• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    febbraio: 2011
    L M M G V S D
    « Gen   Mar »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 410 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



“La preghiera” di A. Guillerand XV° capitolo

La Preghiera

Dinanzi a Dio

di Dom Augustine Guillerand

CAPITOLO XV

Ciò che forza Dio ad ascoltarci

Io mi ripeto ancora! E tuttavia lo faccio senza timore di stancarmi… né di dispiacere a Colui che io cerco in questi movimenti disordinati del mio pensiero insoddisfatto. Io non ho detto abbastanza a qual punto l’anima che prega deve credere all’Amore del Dio al quale essa rivolge la sua preghiera.

Sì, la preghiera è come un faccia a faccia. L’anima e Dio sono sullo stesso piano. Occupano la stessa stanza segreta; sono come Padre e bambino, come sposo e sposa, come amico e amico. La conversazione deve avere questo carattere essenziale: l’intimità nata dai più stretti legami familiari. Il bambino vede e ama con la luce e l’amore del Padre… e vede ciò che Egli vede. Non vede tutto ciò che vede il Padre, ma vede tutto quello che Lui gli dona di vedere… ed è felice di questa unione che il Padre gli accorda, grazie alla quale lo genera e che è, in tutta verità, comunicazione della sua vita divina.

Questa ferma fiducia in Dio-Amore, in Dio che si dona e genera, è irresistibile. ” Dite a questa montagna di gettarsi in mare, se lo fate con un cuore colmo di fiducia, essa lo farà ” (Cfr. Mt 21,21; Mc 29,23. Qui e nei passi successivi si ha, più che una puntuale citazione testuale, un’evocazione tematica). ” Tutti coloro che pongono in Dio la fiducia, Dio li salva “. ” Poiché avete avuto fiducia in me, io vi libererò e la vostra anima sarà salva “. ” Abbiate fiducia nel Signore ed egli avrà pietà di voi “. ” Nessun uomo che ha riposto la sua fiducia in Dio è rimasto confuso “.

Queste sono dichiarazioni autentiche dello Spirito d’Amore e sono di una limpida chiarezza. Il dubbio non è dunque possibile. Ma questa fiducia va molto lontano. Nessuna prova, nessun ritardo debbono scalfirla. ” Dio può uccidermi – dice Giobbe – ma anche nella morte io conterei su di Lui ” (Gb 13,15 Volg).

La fiducia deve tenere una giusta via di mezzo, che è difficile, tra la presunzione che sopprime lo sforzo umano e il dubbio che, una volta compiuto tale sforzo, non crede all’onnipotenza dell’Amore o all’amore dell’Onnipotente.

Tutte le altre condizioni della preghiera irresistibile si riconducono, più o meno, a quelle che sono state ora esposte. L’ardente amore della peccatrice, della quale Gesù dice: ” Molte colpe le sono rimesse poiché un grande amore ha inondato il suo cuore ” (Lc 7,47); la preghiera collettiva alla quale il Maestro promette l’efficacia; le opere di misericordia che attirano su coloro che le compiono la divina pietà; il perdono generoso accordato liberamente a coloro che hanno potuto offenderci; la conversione del cuore che ci rimette veramente dinanzi al Dio sommamente buono; la confessione della nostra propria miseria, che ci tiene nella verità e nella luce; l’insistenza nel domandare, che caratterizza la fiducia ostinata; la pazienza nella prova; lo zelo della gloria divina: ecco ciò che lo Spirito Santo è felice di trovare nelle anime di coloro che fanno appello al suo Amore. Nella voce di queste anime, Egli riconosce la sua voce e risponde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: