• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    aprile: 2011
    L M M G V S D
    « Mar   Mag »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 410 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



“Cuore che t’aspetta”, la poesia di un certosino

“Cuore che t’aspetta”,

la poesia di un certosino

La crescita personale di ogni monaco certosino, dedito al silenzio, avviene anche quando le proprie emozioni derivanti dalle profonde meditazioni, prendono forma trasformandosi in scrittura. Attraverso pensieri, raccoglimenti, riflessioni, concepiti e scritti non a scopo divulgativo, il certosino appunta frammenti della sua condizione eremitica di vicinanza a Dio. Gli scritti, dunque, possono considerarsi il loro rapporto privilegiato con la parola, attraverso la contemplazione che appunto diventa scrittura.

Oggi voglio proporvi una poesia scritta da “un certosino” francese, praticamente anonimo, nel rispetto della consolidata tradizione, propria dell’Ordine di San Bruno.

“Cuore che t’aspett”

Solo dolore d’amare è il mio cuore

ma Dio

finché non possa raggiungerti

Sospira tutto il giorno

gemendo

consumato dall’attesa

Alcune scintille dall’avvenire già

illuminano a tratti

la mia sete

Ahimé

la Tua bellezza ricade

in fondo

ad un ricordo

che ravviva la mia sofferenza

Quanto la fede

può essere dura da vivere

per un cuore che ha fame solo di

Te

Il pane d’oggi

promette tanto

l’eterno

tanto gusta la tua

gloria

Quando

potrai incontrare

il tuo desiderio

inciso nel mio intimo

T’aspetto tutto il giorno

avendo come sola risposta

di poterti ancora attendere

un domani

Sai

Signore

tutto è vuoto

senza

Te

Ho solo il tuo

amore

per vivere ancora

Ascoltami

In fondo

alla mia solitudine

porto

la tua speranza

come una fiaccola

per i tuoi fanciulli

“Un certosino”

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: