• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    gennaio: 2012
    L M M G V S D
    « Dic   Feb »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 394 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



L’aneddoto del bezoario

L’aneddoto del bezoario

L’aneddoto che oggi voglio raccontarvi, suggella la nota fama attribuita ai monaci certosini di grandi conoscitori delle erbe medicamentose, e di elisir di lunga vita. E’ risaputo, infatti che all’interno delle spezierie delle certose, si effettuavano ricerche e studi per realizzare preparati terapeutici, idonei per ogni sorta di malanno. Premesso ciò, vi parlerò dell’episodio che ha per protagonista Armand du Plessis, meglio noto come il cardinale Richelieu. All’epoca del fatto, nel 1611, l’allora vescovo  Richelieu versava in condizioni fisiche molto precarie, era infatti tormentato da una febbre violenta che perdurava da alcuni mesi che lo fiaccava. Era terrorizzato, poiché una “febbre perniciosa” lo aveva lasciato orfano di padre a soli cinque anni. Era disperato, avendo provato svariate terapie, proposte da illustri medici, che però non raggiunsero nessun effetto positivo, fu così che si rivolse ai certosini della certosa di Vauvert presso Parigi. Il priore parigino, fece giungere a Richelieu due piccoli rimedi, che sortirono l’effetto sperato guarendo prodigiosamente dalla invalidante febbre alta l’illustre prelato !!!

Ma quali furono questi portentosi medicamenti?

Come si evince dalla lettera di ringraziamento, che Richelieu inviò ai certosini di Vauvert ed il cui testo vi allego in calce, essi furono un crocifisso, ed un bezoario. Ma cos’è quest’ultimo? Ebbene proverò a spiegarvelo. Il bezoario era una sorta di talismano per combattere ogni sorta di male, costituito da una sorte di corpo estraneo presente nelle vie digerenti di animali, ritenuto una vera panacea. Il vescovo Richelieu accolse i doni offerti dai sapienti certosini, apprezzandoli di buon grado, difatti, indossò una borsetta con un sacchetto contenente il bezoario, e poi coerentemente alla dignità vescovile il crocifisso al collo. Dopo qualche settimana, prodigiosamente sopraggiunse la guarigione che spinse Armand du Plessis a scrivere una lettera di ringraziamento al priore certosino nella quale esprime il suo ringraziamento, sottolineando la simbologia dei due doni.

“Vi do mille ringraziamenti per la Croce che mi avete mandato, io la conserverò caramente e mi servirà per poter avere sempre davanti agli occhi l’immagine dell’uomo che l’ha portata. E grazie anche per il vostro buon bezoario che è venuto giusto in tempo per farmi uscire da una fastidiosa malattia .Voi avete voluto coniugare i rimedi spirituali e corporali, al fine di procurare la salute della mia anima, e cercare di rendere al mio corpo una buona condizione che mi manca da circa un anno”. Grazie a questa guarigione Richelieu, ritempratosi continuò la sua illustre carriera ecclesiastica e politica, che lo vide consacrato cardinale nel 1622 e successivamente primo ministro dal re Luigi XIII di Francia.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: