• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    novembre: 2012
    L M M G V S D
    « Ott   Dic »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 408 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



” Amore e Silenzio” Dom Jean Baptiste Porion – Le esigenze del Vangelo

Amore e silenzio

Introduzione alla vita interiore

Dom Jean-Baptiste Porion

(α 1899- Ω1987)

LA SPIRITUALITA’ DEL VANGELO

Le esigenze del Vangelo

Senza dubbio, è necessario morire. E’ la condizione necessaria per arrivare all’unione. L’Antico Testamento già ne fa menzione: «Nessun uomo può vedermi e restare vivo» (Es 33,20). Nostro Si-gnore l’afferma con una forza terribile. Le esigenze del suo amore sono inesorabili. Egli domanda agli uomini un sacrificio totale che nessun dottore della sapienza umana avrebbe osato domandare loro.

«Se non vi convertirete, perirete tutti» (Lc 13,3). «Se qualcuno vuole venire dietro a me rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua» (Mt 16,24). »Se uno viene a me e non odia suo padre, sua madre… e perfino la propria vita, non può essere mio discepolo» (Lc 14,26).

I consigli degli asceti più rigorosi non fanno che ripetere queste minacce, senza riprodurre, spesso, l’accento della loro violenza divina.

Quel che è richiesto, se noi vogliamo seguire Gesù, è l’immolazione di tutto il nostro essere, immolazione sanguinosa e totale. La minima restrizione, il minimo calcolo sono sufficienti per contrariare i desideri di Nostro Signore: «Poiché io sono il Signore che amo il diritto e odio la rapina» (Is. 61,8). «Nessuno che ha messo mano all’aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio» (Lc 9,62). «Poichè tu sei tiepido… sto per vomitarti dalla mia bocca» (Ap. 3,16).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: