• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    dicembre: 2012
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 394 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



I doni per il Pontefice

I doni per il Pontefice

Sempre in tema di doni, oggi a distanza di più di un anno della visita di Benedetto XVI alla certosa di Serra san Bruno, voglio menzionarvi una nota curiosa di quell’evento. Vi citerò, descrivendoli, i regali offerti al Pontefice dalla comunità certosina gratificata dall’incontro con il santo Padre.

 Il priore, Dom Jacques Dupont, ha donato a Benedetto XVI alcuni ricordi. La comunità ha offerto un liuto barocco a dieci corde accordato in re minore, realizzato proprio da uno dei monaci certosini. L’artistico oggetto musicale è stato costruito seguendo il modello di un liuto del XVII secolo di autore anonimo, presente nella collezione del Conservatoire national supérieur de musique et de danse de Paris. È stato interamente realizzato a mano con la stessa tecnica utilizzata all’epoca, impiegando legno di acero, cedro rosso ed ebano. Un’opera dunque molto particolare, sulla quale il certosino ha voluto intagliare il rosone tipico delle chiese medioevali e lo stemma di Benedetto XVI sulla fascia di chiusura della cassa armonica. Il priore ha inoltre offerto al Pontefice altri due doni: a nome del ministro generale  Dom Marcellin Theeuwes. Ventotto incisioni originali realizzate da un monaco della certosa di Parkminster (Inghilterra), che rappresentano le certose attualmente in attività in Europa, in America e in Asia. L’altro a nome delle monache certosine. Si tratta di una pergamena di montone, dipinta con colori prodotti in casa, minerali lapislazzuli e malachite, colori classici, tradizionali dell’arte della «miniatura» molto duri, macinati a mano fino a ottenere il pigmento finissimo che è la base del colore. Non sarà stato facile decidere e scegliere i doni da offrire al papa, ma sappiamo che sono stati molto graditi da Benedetto XVI, che nel riceverli non ha risparmiato apprezzamenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: