• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    gennaio: 2014
    L M M G V S D
    « Dic   Feb »
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 394 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



Dionigi il certosino: Il ricordo di Dio

Dionigi il certosino: Il ricordo di Dio

Diuonisio tentato dal demonio (Rutilio Mnetti) certosa Firenze

Dal Trattato

“La custodia del cuore e il progresso spirituale

di Dionigi il Certosino

Il ricordo di Dio

Se l’uomo si sforza senza stanchezza di elevare la sua mente a Dio, non solo quando prega, durante la celebrazione eucaristica e la salmodia, ma anche quando mangia e beve, quando lavora o quando parla con qualcuno, cioè in ogni azione e attività, raggiungerà in breve tempo una consuetudine ottima; intendo dire che di giorno in giorno gli sarà più facile e gradevole elevare il cuore a Dio, pensare a lui, infiammarsi del suo amore con sante meditazioni, come dice il Profeta: Ardeva il cuore nel mio petto, al ripensarci è divampato il fuoco.  ( Sal 38, 4)

L’amore è una forza unitiva, che stringe l’amante all’amato; esso infonde e mantiene nel cuore dell’amante la costante memoria dell’amato. È risaputo che quanto più uno ama con fervido slancio qualcosa, tanto più spesso si ricorda dell’oggetto del suo amore. Lo afferma nel vangelo il Cristo Gesù: Là dov’è il tuo tesoro, sarà anche il tuo cuore. Vi fa eco sant’Agostino che scrive: Ove è l’amore, ivi è l’occhio. Come il fuoco tende a salire in alto e il calore del sole attira a sé i vapori della terra, così è del fervido amore per Dio: esso stimola la mente di colui che ama; la smuove e la solleva verso Dio; attira al Creatore i pensieri e gli affetti dell’anima, ed essa in lui solo dolcemente trova riposo, perché non altrove incontra la quiete se non dimorando in Dio. (Mt 6, 21)

 

 

Annunci

Una Risposta

  1. Gostei muito deste texto. Que agradável.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: