• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    giugno: 2014
    L M M G V S D
    « Mag   Lug »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



Il primo certosino in Brasile nel XVIII° secolo

Il primo certosino in Brasile nel XVIII° secolo

La certosa di Laveiras (Lisbona)

La certosa di Laveiras (Lisbona)

Questo articolo è un omaggio ai tanti lettori brasiliani che seguono da sempre Cartusialover e diffondono egregiamente la spiritualità certosina nel loro paese.

Oggi voglio raccontarvi un fatto poco noto, che riguarda il primo monaco certosino ad aver messo piede in Brasile. Vi racconterò la sua storia, che ha spianato inconsapevolmente la strada alla costruzione, avvenuta molto tempo dopo, di una certosa in territorio brasiliano. Si tratta del viaggio intrapreso da un  Fratello converso della certosa di Lisbona, in Portogallo, il quale fu inviato a “Las Minas” (Minas Gerais in Brasile) al tempo delle miniere d’oro, nel tentativo di chiedere elemosine per poter costruire la chiesa della certosa portoghese. Come sappiamo andare per elemosine, non era esattamente affine ai propositi certosini, ma la rara eccezione di cui parleremo era dettata da urgenti esigenze. Difatti erano trascorsi circa cento anni dalla fondazione della certosa lusitana, ed il complesso monastico non aveva una chiesa conventuale. Il Priore Dom Luis de Brito (1716-1746), avvilito dalla povertà del proprio convento, ebbe l’idea di inviare un fratello converso a cercare elemosine per poter realizzare la bramata chiesa. Decise infatti di chiedere al Re la licenza per inviare un converso nel continente americano, ma dal momento della sua prima richiesta passarono ben otto anni prima di poter organizzare il viaggio. In quell’epoca lo stato di “Minas Gerais”, apparteneva al Regno del Portogallo ed era presieduta da un Governatore. Va precisato che cercare l’elemosina nel caso dei certosini non significava letteralmente elemosinare porta a porta a simiglianza di un mendicante, ma bensì di cercare facoltosi benefattori in grado di poter fare donazioni cospicue per poter contribuire alla edificazione della chiesa per il complesso monastico portoghese. Solamente il 1 aprile del 1725, il Re dette il consenso per poter realizzare l’eccezionale iniziativa voluta fortemente dal Priore Dom Luis. Fu così che da Lisbona, il Fratello converso Gregorio salpò alla volta di Rio de Janeiro in una traversata oceanica che durò ben diciassette giorni, a causa di violenti temporali incontrati sulla rotta. Dopo varie traversie il nostro Fra Gregorio giunse indenne a Rio la mattina del 17 aprile del 1725. Va detto che fu scelto per questa impresa Gregorio per via della sua esperienza di viaggiatore, essendo stato prima di entrare in certosa un soldato che aveva navigato in Cina, a Macao ed anche in Brasile. La sua conversione aveva fatto però di questo ex soldato un religioso molto fervido e scrupoloso. Giunto a Minas Gerais egli riuscì ad essere ospitato dal Governatore e potè incontrare facoltosi uomini del luogo a cui esternare le sue richieste. Questo possiamo dedurlo dalla prima lettera datata 5 gennaio del  1726 che egli inviò al suo Priore relazionando il suo operato. Fra Gregorio riuscì ad essere molto persuasivo negli anni della sua permanenza in Brasile, ed ogni anno inviava attraverso una nave le somme raccolte tra i generosi finanziatori.

Nel 1727, la somma raccolta ed inviata fu di 1.980.000 reìs!

Il suo operato durò per ben dieci anni, si narra infatti che quando Fra Gregorio fece ritorno a Lisbona portò con sé 35.200 reìs che si sommarono alle altre somme raccolte negli anni precedenti, per un totale di ben 11.179.620 réis, una somma molto ingente. La missione era stata compiuta nel migliore dei  modi. Grazie a ciò fu possibile costruire la chiesa della certosa di Laveiras, dal nome della valle nella quale fu edificata, e che ben presto fu completata con decorazioni e sculture di prestigio. Qualche anno dopo, nel 1776, colui che era stato lo strumento della Divina Provvidenza, ovvero Fra Gregorio rese l’anima a Dio all’interno della certosa di Lisbona il cui contributo per il completamento era stato determinante grazie alle sue capacità di abnegazione e tenacia uniti ad una incrollabile fede. L’intento di questo articolo è duplice, ovvero, quello di ricordare questo aneddoto curioso, che come dicevo rappresenta forse il primo seme piantato nel continente americano del carisma di san Bruno, ma anche di far conoscere le gesta di questo personaggio sicuramente poco conosciuto ma realizzatore di una missione impossibile sia pur al limite con i dettami della regola certosina.

Altare della certosa portoghese

Altare della certosa portoghese

 

Annunci

Una Risposta

  1. Thank you for your always interesting articles.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: