• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    giugno: 2014
    L M M G V S D
    « Mag   Lug »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



Una lettera di sant’Antelmo

Una lettera di sant’Antelmo

s. Antelmo di Chignin

Oggi vi offro una lettera scritta da s.Antelmo, di cui oggi cade la ricorrenza, indirizzata al re di Francia Luigi VII.

La missiva fu scritta intorno al 1163, quando Antelmo era da poco stato eletto vescovo di Belley,  il contenuto rammenta una visita fatta dal re in certosa. Il santo certosino in modo mite, prova a consigliare sua maestà ed a metterlo in guardia circa la sua propensione di accettare in buona fede, consigli malevoli di malvagi dignitari di corte. In ultimo vi è una raccomandazione per il nipote del conte Guglielmo  di Nevers. Questi era stato amico del re e consigliere, ma lasciò tutto per diventare certosino.

°°°°°°°°°°°

A Sua Eccellentissimo Signor Luigi, per la grazia di Dio re dei Francesi, Anthelmo  umile ministro della Chiesa di Belley: governate il vostro regno su questa terra in maniera di poter regnare con i santi nel regno dei cieli.

Dopo il giorno, o re illustrissimo, nel quale vostra grandezza ci ha degnato ed onorato della sua presenza ed ha visitato la povera certosa, noi vi abbiamo guardato con tutto l’affetto che ci è possibile nel segreto del nostro cuore. Perché se noi possiamo esprimerci, abbiamo interiorizzato questo momento, e sarà per noi difficile poterlo dimenticare.

Dio ha voluto ciò, Dio lo ha permesso e noi lo ignoriamo. Io sono stato, in qualche modo, nominato vescovo di Belley. Manterremo il vostro ricordo nelle nostre preghiere, noi offriamo a Dio le nostre richieste per voi e per la stabilità del vostro Regno. Inoltre, noi suggeriamo a vostra Altezza di non dare credito agli applausi degli uomini più che a voi stesso! Praticate la misericordia e la giustizia, la bontà e la mansuetudine, oltre alle altre virtù simili, che sono le caratteristiche della dignità reale.

Per concludere, noi supplichiamo vostra Maestà di degnare, per amore di Dio, e per noi, di proteggere il nipote di un nostro amico comune, studente a Parigi, affinché egli possa avere sostentamenti per vivere ed applicarsi alla ricerca della saggezza.

Addio

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: