• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    novembre: 2014
    L M M G V S D
    « Ott   Dic »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



L’osservanza certosina oltre la morte

L’osservanza certosina oltre la morte

P05590

Nel dipinto di Vicente Carducho, che oggi vi propongo, viene illustrato un episodio realmente accaduto e narrato nelle cronache certosine. Il pittore, con estrema maestria, ci narra attraverso questa immagine una scena svoltasi all’interno della Grande Chartreuse. Sullo squarcio di fondo si notano pellegrini che si avvicinano verso l’eremo e due storpi genuflessi vicino ad una sepoltura, che chiedono una grazia per la guarigione. Sulla destra un gruppo di monaci certosini che pregano anch’essi sul sepolcro di un loro confratello. Il personaggio in primo piano che regge un bastone ed è intento a benedire la tomba, è Dom Jancelino (priore dal1180-1233), ovvero il decimo Priore Generale dell’Ordine certosino. Egli è costretto a dover “ordinare” al suo predecessore il defunto Guigo II (priore dal 1174-1180)  di smettere di fare miracoli e guarigioni, per non turbare la quiete monastica. Il clamore del potere taumaturgico del venerato priore aveva infatti fatto accorrere una moltitudine di fedeli da tutta la Savoia, come Carducho sapientemente dipinge rendendo eloquente l’episodio. La morale di questo dipinto, sta nello stesso titolo, difatti testimonia la rigidità della osservanza della regola certosina anche oltre la morte!!

Come da tradizione “non sanctos patefacere, sed multos facere”

Puzzle

 

preview56 pieceL’osservanza della regola certosina oltre la morte

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: