• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    marzo: 2015
    L M M G V S D
    « Feb   Apr »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 375 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



  • Teads - Top dei blog - Religione e spiritualità

Lettera di Dom Jean-Baptiste Porion a Jacques Maritain

Lettera di Dom Jean-Baptiste Porion a Jacques Maritain

Dom Jean Baptiste Porion

In passato, vi ho presentato l’opera “Amore e silenzio” del grande Dom Jean Baptiste Porion oggi invece intendo offrirvi una lettera che egli scrisse al suo amico Jacques Maritain. Prima di proporvi il testo, ho bisogno di fare una premessa sul momento storico in cui la missiva fu scritta per poterne apprezzare al meglio il contenuto. Maritain ebbe un ruolo determinante durante il Concilio Vaticano II, essendo ascoltatissimo consigliere di Papa Paolo VI. L’erudito Dom Porion, nel confermare la sicumera granitica dei fondamenti certosini, esprime la sua perplessità circa le profonde novità imposte dal Concilio, che potrebbero minare la vita eremitica. A voi il testo integrale:

“Caro signor Maritain,

chiedo le vostre preghiere per il nostro prossimo Capitolo Generale. Nella frana che sta scuotendo tutte le strutture della Chiesa, l’Ordine non si è spostato lontano. Ma è difficile che non risenta delle conseguenze. Ciò che mi preoccupa più fino ad oggi, è l’impegno del corpo ecclesiale di rigettare la voce eremitica, ascetica e contemplativa  della tradizione cristiana. In passato, i pontefici siano essi stati santi, o essere distaccati così come i teologi, ma la loro stima per la vita monastica e la sua relativa applicazione alle realtà eterne non sono mai variate: abbiamo vissuto nove secoli della fede della Chiesa – siamo un atto di fede della Chiesa. Se il cambiamento che si è verificato in questo settore continuerà, è difficile ma non è fatale per gli ordini di monaci, o di monache di clausura dediti alla preghiera.Trovo i miei interlocutori romani ormai rassegnati a questa evoluzione. Quello che preme ai clericali attualmente, è l’urgenza di aprire la Chiesa ai valori del mondo, di poter manifestare a suo nome « una autentica volonta d’accogliere » per il secolo ed i suoi progressi meravigliosi. (Vi è in questa volontà qualcosa di autentico e di giusto, ma anche un accenno di volgarità e di stupidità così profonda che non arriva a farla senza ironia). Inoltre, riguardo al nostro isolamento crescente,  lo riconosciamo come un aspetto della nostra vocazione e la consideriamo come una grazia, cercando di essere sempre ad essa fedele. Ringraziandovi ancora, vi prego di credere, caro signor Maritain, ai miei sentimenti rispettosi”.

Nel nostro Signore

7 maggio 1965                                                              J. Baptiste M. Porion, O.Cart.

Vibrante missiva elaborata da un attento testimone delle riforme del suo tempo, ma fermo assertore dell’importanza della vita contemplativa, alla quale dedicò nel silenzio la sua ricchezza interiore per incontrare Dio. Al momento della sua dipartita dalla vita terrena, il 4 agosto del 1987, ai suoi confratelli che lo assistevano sussurrò: “Mi sto immergendo nel sorriso della Passione”. 

 

Annunci

2 Risposte

  1. How absolutely beautiful! Thank you

    Date: Thu, 19 Mar 2015 08:46:35 +0000 To: caisbeautiful@hotmail.com

  2. una bella riflessione sulla dicotomia tra una chiesa che si è aperta sempre più al mondo fino ad immolare le parti più intime della propria secolare liturgia ed il sussiego certosino nel mantenere la vocazione del deserto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: