• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    marzo: 2015
    L M M G V S D
    « Feb   Apr »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 395 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



Kartuzy, testimonianze di una certosa polacca

Kartuzy, testimonianze di una certosa polacca

Gdansk Marienparadies

Kartuzy è una città della Casciubia, o Pomerania Orientale, regione della Polonia nord-occidentale, essa ha preso il nome dall’antico complesso monastico certosino di Marienparadies nei pressi di Gdansk (Danzica) fondato nel 1381. La cittadina si è sviluppata, nel corso dei secoli,  intorno alla certosa che nel 1823 fu soppressa dal governo prussiano, ed ancora oggi ha come nucleo urbano la chiesa della antico monastero. Essa infatti è il simbolo della ridente cittadina. Voglio mostrarvi come a ricordo della presenza monastica, le autorità cittadine hanno situato al termine del lungomare un modello in bronzo che riproduce l’intero complesso certosino. Le foto che seguono mostrano tutti i particolari riprodotti, ovvero la chiesa attorniata da 18 celle, refettorio, ed ambienti annessi come il mulino, il forno, la birreria, il granaio, le stalle ed una peschiera. Attualmente di tutto ciò, dopo la soppressione prussiana, resta solo la chiesa, oggi parrocchia della Collegiata della Assunzione della Beata Vergine Maria, ed il refettorio. La peculiarità di questa chiesa, ricostruita nel 1733, è che fu concepita con il caratteristico tetto a forma di bara a celebrare il “memento mori”, così come la meridiana che ancora oggi è visibile con la relativa iscrizione. E’ interessante notare come ancora oggi a distanza di secoli, la popolazione nutra rispetto e conservi nella memoria la presenza certosina in quei luoghi.

1

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

memento mori sulla meridiana esterno chiesa

memento mori sulla meridiana esterno chiesa

Annunci

2 Risposte

  1. ciao sai se ci sono cd con liturgie eseguite dai certosini\e che si possono ascoltare?grazie e Santa Pasqua

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: