• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    giugno: 2015
    L M M G V S D
    « Mag   Lug »
    1234567
    891011121314
    15161718192021
    22232425262728
    2930  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 400 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



Dom Wartenberger ed il Cuore di Gesù

Dom Wartenberger ed il Cuore di Gesù

Cristo fons vitae (certosa pavia affesco)

La meditazione sul Cuore di Gesù che sottopongo alla vostra attenzione, fu realizzata da un giovane tedesco, che come vedremo da queste breve note biografiche  da luterano si convertì diventando certosino.

Laurent Wartenberger, nacque a Magdeburgo in Germania nel 1591 da famiglia luterana, ma ben presto si convertì, diventando dottore in utroque dopo aver studiato presso il collegio germanico di Roma. Divenne canonico di Halberstadt, ma in seguito fu attratto dalla vita monastica certosina ed entrò nella certosa di Gaming in Austria. Qui fece la professione solenne il 10 agosto del 1644. Fu in seguito priore nella certosa di Valdice dal 1648 al 1650. Successivamente fu anche priore  a Erfurt, Schnals ed a Ratisbona. Morì il 7 luglio del 1667.

Ho scelto per voi questo appassionato testo su cui meditare.

Gli ebrei si accaniscono sul suo corpo che la vita appena ha abbandonato: si trafigge il fianco; sgorga il sangue, e il sangue di una meravigliosa e miracolosa acqua. Ben presto il cuore di Gesù continua a spargere sangue, ma gli insulti non si fermano! Il sangue non scorre più ma le bestemmie continuano! Tuttavia, è in questo momento che il Salvatore si mostra più maestoso che mai. Non sarà crocifisso in segreto, nel cuore del Pretorio, ma come un re che indossa le sue  armi in mano, vuole che lo contempliamo sul luogo della battaglia! Egli vuole essere messo sulla croce, fuori dalle mura di Gerusalemme, in pieno giorno, esposto allo sguardo di una folla immensa giunta da  luoghi lontani per celebrare la grande festa di Pasqua. Se voi amate Nostro Signore, ricordate le torture che egli ha subito, inginocchiatevi all’ombra della croce, contemplate ! e il frutto della sua amara passione vi sembrerà di una amabile dolcezza. Vi chiedo una cosa troppo difficile se vi dico di pensare a quello che Egli ha risposto per voi? Non soffrite finchè il Salvatore non stenda le mani davanti a voi, non cercate quaggiù inutilmente la gioia vana, riservatevi di gioire nell’Eternità.

Oh uomo, ora ascolta la voce del Signore; non indurire il tuo cuore. Dio chiede il tuo cuore, lo vuole umile, sottomesso, pieno di buona volontà e di sfiducia di se stesso, liberato da ogni attaccamento al peccato. Oh Cuore umano, oh abisso! La terra trema, le pietre sono divise, tombe aperte e il cuore dell’uomo è insensibile, duro come un diamante! Il velo del tempio dietro l’altare di incenso di fronte al Santo dei Santi, è lacerato da cima a fondo: gli oggetti più misteriosi e più sacri di culto ebraico appaiono nudi: e apparvero i misteri della nuova legge, quando il Santo dei Santi aprendo il petto trasse dal suo Cuore un tabernacolo nuovo, che la mano dell’uomo non poteva costruire strappa per sempre il velo che ci separa da suo Padre. Anima mia, colomba di Dio, amica di Dio, entra nel Cuore aperto di Gesù, nei fori della mistica Pietra; nessuno, a meno che non lo vogliate, potrà farvi uscire, là voi sentirete il fuoco che lo ha costretto ad amare un così grande amore.

Attraverso i bordi strappati del tuo Redentore realizzeranno, come attraverso una griglia, i tesori della sapienza e della scienza divina. Resta con il tuo Dio, l’ombra che scende dall’albero della Croce è mirabilmente dolce, toccò il ladro e fu santificato.

Che il ricordo della Passione sia sempre davanti ai vostri occhi, questo è quello l’Apocalisse chiama: lavare i suoi vestiti nel sangue dell’Agnello, allora si avrà il potere di toccare l’Albero della Vita, e attraverso la porta delle piaghe di Gesù, entrerete nella città eterna. Sararanno ladri e malfattori, coloro che non passeranno attraverso l’apertura nel costato e nel Cuore di Gesù.

Dom Laurent Wartenberger

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: