• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    agosto: 2015
    L M M G V S D
    « Lug   Set »
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
    31  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 344 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



  • Teads - Top dei blog - Religione e spiritualità

Dei prodigi oltre la morte del beato Pietro Petroni

Dei prodigi oltre la morte del beato Pietro Petroni

Il santo che non smetteva di fare miracoli

VENTURA SALIMBENI Beato Pietro Petroni (1597)Pieve dei Santi Filippo e Giacomo, Montalcino)

Già in un precedente post, vi avevo documentato sull’osservanza certosina oltre la morte grazie ad un dipinto di Carducho che ci testimoniava un evento analogo a quello che sto per narrarvi.

Gli episodi che vi citerò hanno per protagonista il beato Pietro Petroni certosino della certosa senese di Maggiano in Italia. Il santo che non smetteva di fare miracoli…

Molti furono i prodigi e le profezie a lui ascritte nel corso della sua pia esistenza, contraddistinta da penitenze, mortificazioni e zelanti veglie ed estasi. Avverandosi la profezia sul giorno della sua morte Dom Pietro ascese al cielo tra l’amore dei suoi confratelli dopo il Mattutino, alle ore 6 del sabato 29 maggio del 1361, data la sua fama tra i senesi le sue spoglie furono velocemente inumate nel cimitero della certosa, per evitare eccessivo trambusto. La notizia, però, presto trapelò in città, anche a causa di sue apparizioni a religiose ed a suoi ferventi discepoli e amici. La fama ed il culto per questo prodigioso certosino si diffusero ed aumentarono ben presto nella città di Siena e nei paraggi. I pellegrini assiepavano la certosa di Maggiano per poter pregare sul luogo della sepoltura del beato, che dispensava prodigi anche dopo la sua dipartita. Per placare tale clamore il Priore della certosa decise di spostare le spoglie mortali di Dom Pietro in un altro luogo, che rimase ignoto ai pellegrini. Questa operazione di esumazione, avvenne nel 1421, dopo sessanta anni dalla sepoltura, ed il Priore chiamò oltre ai confratelli altri religiosi, tra cui Bernardino da Siena che fu testimone di un ennesimo prodigio. Difatti appena smosso il terreno da un operaio con una vanga, apparve il corpo miracolosamente incorrotto, e fra lo stupore generale tale meraviglia fu amplificata dall’incauta vangata dell’operaio, che colpendo una gamba del beato Dom Pietro vide l’arto cominciare a zampillare sangue vivo!!!

Fu a questo punto, che il Priore della certosa ordinò al santo certosino di non fare più miracoli e prodigi, per consentire il ritorno alla quiete dell’intera comunità monastica senese. Successivamente si provvide ad una nuova sepoltura, ai piedi del campanile poco distante dal cimitero monastico. Il celeberrimo testimone di quest’ultimo prodigio, Bernardino da Siena rimase fortemente colpito dalla spiritualità e dalla severa vita dei certosini, che volle a tutti i costi persuadere il Doge di Venezia Francesco Foscari a far insediare una comunità certosina su di un’isola della laguna. Fu così che nel 1422, sull’Isola di S. Andrea al Lido sorse la certosa di Venezia. Sebbene possono sembrare coincidenze casuali, si percepisce la mano della Provvidenza che per intercessione di Dom Pietro Petroni diresse e produsse tali eventi, concatenati tra loro.

Angeli musici suonano e cantano lodi udite dai confratelli provenire dalla cella del beato Petroni

               Angeli musici suonano e cantano lodi udite dai confratelli provenire dalla cella del beato Petroni

Morte del beato, tra la disperazione ed il conforto sei suoi confratelli

                           Morte del beato, tra la disperazione ed il conforto sei suoi confratelli

Dissepoltura dopo sessant'anni dalla sua morte e prodigioso sanguinamento davanti a Bernardino da Siena ed i suoi confratelli

Dissepoltura dopo sessant’anni dalla sua morte e prodigioso sanguinamento davanti a Bernardino da Siena ed i suoi confratelli

Una Risposta

  1. Grazie, Roberto, i tuoi arricchimenti sono sempre molto interessanti.
    Sai anche se la Santa Sede ha ricono sciuto il titolo di Beato con il decreto di approvazione del culto ( come per esempio per il Beato Nicolò Albergati o la beata Beatrice di Ornacieux?
    Grazie ancora da sr Rosalba

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: