• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    novembre: 2015
    L M M G V S D
    « Ott   Dic »
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 344 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



  • Teads - Top dei blog - Religione e spiritualità

La preghiera dei poveri

La preghiera dei poveri

margherita d'oingt

Vi offro questa “preghiera dei poveri”, un testo estratto dalle Meditazioni di Margherita d’Oyngt, scritte nel 1286.

“Dolce Gesù, quando mi sono lasciata cadere per i miei peccati, mi hai sollevato rapidamente con la tua grazia; quando sono stata afflitta, mi hai dato la tua dolce consolazione. Considerando tutte le grazie ed i benefici che mi hai concesso, e la ricompensa immensa che mi hai dato e che hai promesso a chi ti serve, il mio cuore si scioglie e perde ogni volontà di offenderti. Chiedo e prego per la tua dolce ed infinita misericordia, di concedermi una profonda umiltà tale da alimentare e custodire il fuoco del tuo amore come carboni ardenti che non si estinguono. E Ti prego di darmi il dono del tuo Spirito Santo affinché possa illuminare e insegnare a produrre frutti degni di penitenza.

Dolce e caro Signore, quando medito sulle sofferenze e le angosce da te sopportate in questo mondo, per il mio amore, in tutte le cose in cui ho trovato piacere e gioia si trasformano in un oggetto di odio, e tutto quello che mi risulta duro e ruvido da sopportare diventa dolce e fonte di consolazioni, e origine dello stesso amore che mi disprezza e mi circonda di stima.

Dolce Gesù, scrivi nel mio cuore ciò che vuoi che io faccia, scrivi la tua legge, scrivi i tuoi comandamenti, in maniera che non si possano mai più cancellare. Sai bene che la mia carne è pigra e sonnolenta, ma lo spirito è pronto a fare la tua volontà. Io non voglio essere consolata da nessuno tranne che da Te, e quando penso a te trovo una grande gioia nel desiderarti ed amarti,oh mio dolce Signore”.

(Dalle meditazioni di Margherita d’Oyngt)

Una Risposta

  1. Que podamos como tú, Santa Margarita, dirigirnos al Amor Eterno, Nuestro Señor Jesucristo, con intenso fervor!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: