• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    dicembre: 2015
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
     123456
    78910111213
    14151617181920
    21222324252627
    28293031  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 344 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



  • Teads - Top dei blog - Religione e spiritualità

Intervista a Dom Luis Marìa Nolasco Priore di Porta Coeli

Intervista a Dom Luis Marìa Nolasco Priore di Porta Coeli

In questo articolo odierno vi propongo una interessante intervista telefonica, effettuata da una emittente radiofonica spagnola al nuovo Priore della certosa di Porta Coeli. Dom Luis Maria Nolasco, difatti è stato eletto priore in sostituzione di Dom Pedro Castro che svolgeva tale mansione da quattro anni, ma costretto a lasciare l’incarico a causa della sua veneranda età. Il giovane Dom Nolasco, già Maestro dei novizi è nato a Lisbona nel 1971, ha cominciato a studiare medicina e poi successivamente teologia. Dopo un breve periodo trascorso nella certosa portoghese di Evora, nel 1998 è entrato nell’Ordine certosino, alla certosa di Miraflores a Burgos. Lo scorso 6 ottobre, in occasione del giorno dedicato alla celebrazione di San Bruno, Dom Luis è stato raggiunto telefonicamente ed eccezionalmente ha rilasciato l’intervista che segue. Ho tradotto il testo del contenuto di essa, ma vi offro anche il contributo audio, in spagnolo, con la voce del giovane e fervoroso neo priore di Porta Coeli, che trasmette con il suo bel tono di voce tutto l’amore verso la vita claustrale certosina.

11143292_1086633824687243_2117110109868462650_n

Dopo una breve introduzione sull’Ordine certosino e la vita monastica in certosa, inizia l’intervista:

Padre Luis Maria Nolasco, buon pomeriggio!

Buon pomeriggio!

Mi unisco al ringraziamento della nostra emittente per aver accettato questa intervista telefonica, perché tutti capiscono che i certosini, naturalmente, a causa della natura della propria vocazione, del proprio carisma, conducono una vita di solitudine, di raccoglimento, di silenzio. Però Padre Nolasco non solo hai accettato di essere al telefono, ma ha lasciato la ora Nona che gli altri monaci recitano adesso. Grazie mille per avere risposto alla nostra chiamata in questo giorno per voi speciale, il giorno di san Bruno.

Sì, oggi è un gran giorno per i certosini, celebriamo il nostro fondatore che nove secoli fa ricevé questo carisma dallo Spirito e fondò l’Ordine della Certosa, come uno spazio per vivere la vocazione data dal Signore, la vocazione per vivere unicamente per Egli. Una vita d’amore, di consacrazione alla preghiera, alla vita spirituale.

Tu sei di origine portoghese, ma con il cognome Nolasco, è quasi simile, dico, con San Pietro Nolasco. Non hai mai pensato di entrare nel suo Ordine?

In realtà, sinceramente no. Perché sono già stato diocesano e in contatto con la Parrocchia, in particolare con il clero diocesano, ed al seminario già sentivo questa inquietudine vocazionale di una vita di maggiore consacrazione, una vita monastica e, come ho detto, cosa mi attraeva era una vita monastica, quindi non vedevo un’altra forma di vita religiosa che non fosse la vita monastica. Ed essendo stato ordinato sacerdote più tardi, ho potuto sentire che l’unica ragione per cui avrei potuto lasciare di essere, era se io abbracciassi la vita monastica. Perché dover cambiare per un’altra forma di vita religiosa come l’apostolica, no. Ho venerazione per San Pietro Nolasco per l’affinità al nome, ma onestamente io non ho mai pensato di entrare al suo Ordine.

(l’intervistatore e il Padre parlano sui problemi con la connessione telefonica)

Qui in studio radiofonico vediamo le immagini della Certosa di Porta Coeli a Valencia …(14.55)

Sì, in effetti, è una bellissima Certosa, credo che sia una delle più belle dell’Ordine. Un’autentica Porta Coeli, la Porta del Cielo, è un Certosa consacrata alla Vergine Maria, la terza fondazione dell’Ordine in Spagna, una Certosa antica, la sua fondazione è stata effettuata il 1272. La verità è che godiamo di un ambiente veramente eccezionale, ideale per la nostra vita, uno spazio di silenzio, di solitudine tra le montagne, siamo a 30 km dalla città, per noi è molto importante questo ambiente di raccoglimento, di silenzio, perché se avessimo i rumori delle case, delle città, degli aerei sarebbe molto difficile.

Tu sai, siamo realistici, naturalmente l’Ordine dei Certosini che è secolare, nel corso dei secoli ha perso non solo i propri monasteri, le Certose, ma anche i monaci certosini. Siete consapevoli, naturalmente, di questa realtà, ma nulla impedisce di essere consapevoli dell’attualità del carisma certosino oggi, nel 2015.

Sì, certo, nell’Ordine non abbiamo il numero di monaci che avevamo prima. Qui in Spagna abbiamo avuto 16 Certose e ora ve ne sono solo 3. Però il carisma certosino continua ad essere attraente per i giovani. Alcune Certose di altri paesi, ad esempio, hanno molte vocazioni, alcune anche hanno il chiostro completamente riempito. Si tratta di un carisma attraente perché credo che quello che incoraggia non è il carisma, ma è Dio, è l’amore di Dio e Dio è sempre eterno, Dio rimane sempre. L’amore di Dio è questa attrazione, questo fuoco d’amore che infiamma questi giovani e, naturalmente, mai passerà. Purtroppo viviamo in questo paese un tempo di secolarizzazione, e forte scristianizzazione. Ma è anche un tempo della nuova evangelizzazione e crediamo che il nostro carisma, proprio a causa di questa centralità “Solo Dio”, è una cosa che in questo momento c’è un po ‘più di difficoltà a capire le persone dall’esterno, sulla vita che conduciamo qui, ma abbiamo fiducia nell’amore di Dio, confidiamo nel Signore, che l’Ordine è Suo, la Certosa è Sua e la Sua misericórdia continuerà a suscitare nei cuori di questi giovani il desiderio di abbracciare una vita contemplativa, una vita il cui fine è solo Dio.

(L’intervistatore e il Padre parlano suoi problemi di connessione con il telefono e spiegano che ci sono interruzioni nella chiamata per questo).

Vogliamo continuare in qualsiasi momento con questa spiegazione, con questa intervista perché vogliamo approfittare di questa opportunità per far conoscere questo carisma, anche questa possibile promozione vocazionale. Perché da quello che leggiamo, da ciò che vediamo in TV, film, l’attualità di questa vocazione per coloro che vogliono mettersi in contatto, per esempio, con la Certosa di Porta Coeli, può essere perfettamente plausibile.

Sì, è chiaro che noi, a differenza di altri monasteri, di altri Ordini, non abbiamo ostelli, pertanto non riceviamo le persone dall’esterno, solo riceviamo i candidati che vogliono fare un’esperienza vocazionale, un’esperienza di discernimento vocazionale. Di solito hanno un primo contatto per lettera o telefonata alla Certosa, oppure un contatto via email. E alla prima selezione, al primo contatto, se vediamo che c’è reale possibilità di entrare alla vita certosina proponiamo al candidato di vivere un’esperienza in Certosa dove sperimenterà la nostra vita, l’essenziale e, sulla base di questa prima esperienza, saprà se proseguirà il processo d’accompagnamento, di discernimento o se davvero non è una vocazione certosina.

Capisco che la giornata di oggi sia stata speciale. Come avete organizzato? C’è qualcosa di speciale per celebrare la festa di San Bruno, il giorno del fondatore?

Sì, ma in Certosa, anche i giorni più solenni non cambiano molto. Quindi diciamo che è un momento speciale, ma è un momento speciale che si trova in qualsiasi Solennità o Domenica. Rispetto al giorno ordinario, la differenza è che in questo giorno non lavoriamo, non lavoriamo neanche in giardino. L’ufficio divino, Mattutino, Terza, Sesta, Nona…tutti al coro e la Messa è concelebrata. Mangiamo sempre da soli, ciascuno nella sua cella, ma in questi giorni più solenni e la Domenica mangiamo insieme nel refettorio. Abbiamo anche un incontro nel Capitolo dove si legge una parte della Sacra Scrittura. Abbiamo anche una ricreazione di circa un’ora in cui parliamo l’un all’altro. E così trascorre il giorno della festa di San Bruno. Naturalmente, all’interno, ogni monaco certosino in questo giorno, in particolare, supplica a San Bruno la grazia della perseveranza in questa vocazione, la grazia della santità, la grazia della preghiera. Ma diciamo che il più fondamentale è questa celebrazione interiore. Esternamente il giorno non cambia molto rispetto agli altri giorni solenni.

(Ringraziamenti degli speaker radiofonici)

Grazie a tutti, tanti saluti a tutti gli ascoltatori e… vi raccomandiamo in preghiera.

Una Risposta

  1. Grand merci pour cette entrevue qui dévoile la profondeur d’âme du Prieur qui est celle de tout moine fidèle à sa vocation. Merci de votre service qui nous réconforte et nous console.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: