• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    aprile: 2016
    L M M G V S D
    « Mar   Mag »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 375 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



  • Teads - Top dei blog - Religione e spiritualità

Mère Anne Griffon una autrice certosina

Mère Anne Griffon una autrice certosina

Immagine

Anche il ramo femminile dell’Ordine certosino ha espresso, seppur in numero più esiguo, autrici di testi di grande spiritualità. In questo articolo vi parlerò di Anne Griffon.

Ella nacque nel 1581 a Eu (Seine-Maritime), da una famiglia originaria di Abbeville ma ben presto entrambi i genitori morirono e la giovanissima Anne rimase orfana. Insieme a sua sorella Maria e suo fratello Pierre furono cresciuti da uno zio venditore di stoffe ad Abbeville. Visse la sua giovinezza in un ambiente mondano, dove gli fu proposto anche un matrimonio, ma essa rifiutò consapevole che come leggeva e recitava spesso il passo dell’Ecclesiaste: “Vanità delle vanità, tutto è vanità.”

Decise quindi di entrare nella certosa di Gosnay nei pressi di Bethune (Pas-de-Calais) nel 1601, dove fece la professione il 25 agosto 1602, fu poi ammessa alla consacrazione delle vergini svoltasi il 4 giugno del 1606 alla presenza del vescovo Richardot di Arras. La sua vita monastica fu inizialmente molto sofferta, piena di tentazioni frutto della precedente vita mondana, ma a cui seppe fuggire, con una fede incrollabile e penitenze che minarono la sua salute già precaria. Nonostante ciò, fu nominata dapprima coadiutrice e poi vice priora per dodici anni. In seguito, per le su doti mistiche fu nominata Maestra delle novizie contribuendo alla formazione spirituale delle giovani religiose. A causa della sua profonda conoscenza e per le sue virtù eccezionali, ebbe una grande influenza sulle persone laiche che frequentavano il monastero, diventando un vero punto di riferimento spirituale. Durante la Guerra dei Trent’annila comunità certosina di Gosnay si rifugiò in Bethune. Fu allora che Anna morì, la notte tra il 13 ed il 14 gennaio, 1641. I suoi scritti esprimevano un amore viscerale per il Sacro Cuore di Gesù crocifisso, che per Anne è…. “la porta attraverso la quale è necessario entrare per conoscere la divinità “. E ‘anche la via della virtù: la fede, l’amore del prossimo, l’obbedienza e l’umiltà. Umiltà è la “fondazione” e la “vita spirituale riempie,”Essa conduce alla conoscenza del suo “nulla”. Anne Griffon, ci ha infatti lasciato una sorta di “diario spirituale” descrivendo la sua vita vissuta tra umiliazioni, tentazioni e malattia. Vi allego un passo di questo testo. 

Tratto dalla sua “Vita manoscritta” Madre Anne Griffon scrisse:

“Mentre nella preghiera e con la mia mente mi elevavo in alto come se stessi in Paradiso, sembrava che la Santa Vergine mi avesse attirato ad essa ed analogamente fui attratta da essa in Dio. Come pure, mi sembrava che mi avesse avvicinato al suo seno materno e mi avesse detto di poter desiderare quanto vorrei, ma io con umiltà, non osavo farlo. Tuttavia, nel vedermi contrita, ho dovuto obbedire e ho ricevuto grande dolcezza e abbondanza di gioia che ho visto come scorresse dal Cuore del mio Signore Gesù Cristo, (perché il corpo della Vergine non si ferma per vedere la sacra umanità per mezzo di lui), e, nel tempo, ho ricevuto una maggiore abbondanza di grazie, perché il mio dolce Gesù era più tollerante di me per la purezza della sua Madre. Ed ancora:“E quello che deriva dal cuore del mio dolce Salvatore era una luce pura che mi ha attratta a lui. Questo raggio molto sottile che esce da questo Cuore divino e che penetrava la più intima della mia anima, ha attirato a sé tutto l’affetto del mio cuore a perdere e trasformarlo in lui ammirevole e incomprensibile … […] un’altra volta, avendo un sacco di pene per molti peccati che sono stati commessi in Quaresima di solito prendendo e abbandonando me stessa interamente al mio dolce Salvatore, egli si offriva di incontrare me per tutti i peccati che sono stati commessi in questi giorni da parte di tutti mondo, gli ho chiesto come potevo soddisfare la sua giustizia e renderlo felice, e sapevo il piacere inestimabile che il mio Signore ha ricevuto quando ho offerto il tempo di questi giorni al Padreterno l’amore del Cuore di suo Figlio. “

Il testo «Œuvres d’une religieuse chartreuse, nommée Anne Griffon», è conservato nella biblioteca Mazzarino di Parigi

 

 

 

 

 

Annunci

Una Risposta

  1. Magnifique témoignage d’une moniale … comme quoi les femmes peuvent elles aussi briller dans le ciel des Chartreux!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: