• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    aprile: 2016
    L M M G V S D
    « Mar   Mag »
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 377 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



La vita interiore di F. Pollien Capitolo V

La vita interiore di F. Pollien Capitolo V

LA VITA INTERIORE

semplificata e ricondotta al suo fondamento

Dom François Pollien

copertina libro

CAPITOLO V

IL SACRIFICIO

108. Multiplicamini. – 109. L’onore divino. – 110. Vincolo umano. – 111. Legame eterno. – 112. Il sacrificio secondo la vocazione.

108. Multiplicamini. – Vivere per Dio, vivere il meglio possibile per corrispondere pienamente ai suoi disegni e soddisfare i suoi desideri, è la nobile ambizione delle anime che sanno donarsi. Si può forse pensare solo a se stessi quando ci si dona a Dio?… Niente è isolato nel corpo di Cristo. Ogni membro deve servire al corpo ed il corpo ad ogni membro. Così ciascuno ha la propria vocazione, la quale si distingue dalle altre, soprattutto per il posto che occupa e l’ufficio che adempie a beneficio degli altri. Essa è, dunque, al tempo stesso, personale e sociale: personale, in quanto ciascuno ha la sua propria; sociale, in quanto ha un compito a beneficio del corpo sociale. Così, nello stabilire le leggi della vita, il suo autore non ha isolato la legge dello sviluppo individuale, ma nel medesimo tempo, ha proclamato la legge della moltiplicazione sociale. « Siate fecondi e moltiplicatevi » (Gn 1, 28). In virtù di questa legge, l’individuo ha il potere e il dovere di crescere. La società ha il potere e il dovere di moltiplicarsi e di svilupparsi. Questo privilegio si applica anche ad ogni propagazione di vita soprannaturale. Infatti, Dio non ha voluto i rapporti umani se non in vista della moltiplicazione della vita.

109. L’onore divino. – Dio avrebbe potuto riservare a sé il diritto di essere, lui solo, autore della vita; volle invece associare l’uomo alla potenza della sua bontà. Io posso dare la vita. Posso, con aiuti materiali, favorire la vita fisica; col consiglio, l’incoraggiamento, l’esempio, posso esercitare una influenza morale; con parole, insegnamenti, scritti, posso dilatare la vita della verità nelle intelligenze; con le manifestazioni della mia attività posso attirare al bene, elevare, santificare attorno a me. Inoltre, in virtù della comunione dei santi, posso far giungere l’efficacia delle mie preghiere e dei miei sacrifici a tutti i membri del corpo della Chiesa, di cui faccio parte. Posso così essere utile ai giusti e ai peccatori, ai vivi ed ai defunti. La terra e il purgatorio sono aperti al mio zelo. Dio mi ha dato l’immenso potere di spandere ovunque la vita per la sua gloria. Saprò io coprendere questo potere e compiere il mio dovere? Se amo Dio, se desidero la sua gloria, quale campo aperto al mio zelo! Quanto è dolce pensare che Dio stima fatto a sé ciò che si fa per il più piccolo dei suoi (cf. Mt 25, 40) e che il più piccolo servizio reso, come dare un solo bicchiere d’acqua fresca, ha dinanzi a lui un valore eterno! (cf. Mt 10, 42).

110. Vincolo umano. – Ecco l’onore che mi è concesso e la felicità che mi è riservata! Comunicare la vita è un onore divino ed è anche un vincolo umano. Io sono legato coi vincoli stessi della vita a tutti quelli ai quali dò e dai quali ricevo. Noi siamo costruiti gli uni negli altri, e viviamo gli uni negli altri. Vi è in me qualcosa di loro, e in essi qualcosa di me. Questo qualche cosa di essi che è in me, è la loro vita; ciò che di me è in essi è la mia vita. Le nostre vite si compenetrano a vicenda e si identificano in proporzione di quanto hanno ricevuto e dato. Ciò che io ricevo dai miei genitori, dai miei amici, da tutti quelli che esercitano su di me un’influenza vitale, è come una parte della loro vita che si costruisce nella mia. Ciò che io dò a coloro per i quali mi sacrifico è come una parte della mia vita che si costruisce in essi. Come sono intimi questi vincoli! Come sono forti e dolci! Questo scambio, questa compenetrazione di vita è il segreto dell’attrattiva delle relazioni umane.

111. Legame eterno. – Questi legami attraverseranno i confini della morte, per rivelarsi in cielo nella pienezza della loro forza e della loro dolcezza. Solo lassù saranno rivelati perfettamente. Quaggiù, nella regione dell’oscurità e dell’enigma, vediamo così poco! Il mistero delle nostre reciproche influenze com’è ora velato! Ma lassù, nella regione della luce e della piena visione, non vi è nulla di ciò che ora è segreto che non sia manifestato, e nulla di ciò che ora è nascosto che non sia allora conosciuto e messo in piena luce (cf. Lc 8, 17).

Nell’eternità, nulla di vitale perisce, tutto si dilata ed ingrandisce. Quali vincoli allora coi miei genitori che tanto fecero per la mia formazione; coi maestri, che hanno tanto curato la mia giovinezza; con gli amici che hanno tanto incoraggiato e sostenuto la mia vita; coi fratelli i cui esempi e consigli mi hanno sovente infervorato!

D’altra parte, se io saprò sacrificarmi, quali vincoli mi uniranno alle innumerevoli anime alle quali avrò comunicato un aumento di vita colle mie preghiere, elemosine, penitenze, parole, esempi, premure e con tutta la mia attività! I segreti e i particolari di questo sacrificio, di questa comunicazione di vita, saranno giustamente proclamati al giudizio universale, come motivi e sorgente di beatitudine eterna. « Venite, benedetti del Padre mio, ricevete in eredità il regno preparato per voi fin dalla fondazione del mondo. Perché io ho avuto fame e mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato, nudo e mi avete vestito, malato e mi avete visitato, carcerato e siete venuti a trovarmi » (Mt 25, 34-37). Mio Dio, quanto siete buono per averci così unito per tutta l’eternità! Vi ringrazio di averci fatti vivere gli uni negli altri e, tutti insieme, in voi.

112. Il sacrificio secondo la vocazione. – Questo sacrificio, che cresce e fa progredire, che vive e fa vivere, mi dà il segreto profondo ed unico di amare me, il prossimo e Dio. Questi tre amori non sono che uno, poiché in tutti e tre viene ricercata la stessa ed unica gloria del Maestro. Oh! quanto felice e fruttuosa può essere una vita che possiede il segreto di amare secondo la forma e l’estensione che comportano gli obblighi e le possibilità della vocazione! Ogni vita, infatti, ha il suo programma tracciato da colui che l’ha creata, con responsabilità diverse, e congiunte alle altre vite che sono nel Cristo (nn. 268-269). Nessuno esplicherà i suoi progressi ed il suo zelo fuori dei limiti assegnati. Non vi è progresso fuori della via.

Ho ricevuto da Dio e per Dio la mia vocazione. Dunque per lui e secondo lui devo ingrandire il mio essere, nella forma di vita di cui egli si è compiaciuto tracciare il disegno. Ed è per lui e secondo lui, che io devo estendere il suo regno, nei limiti e nel modo in cui la sua bontà infinita si è degnata di onorarmi. Signore, Padre e Dominatore della mia vita, datemi, per l’onore del vostro nome, lo zelo sacro che non lascia disperdere in me e attorno a me nessuno degli interessi di gloria affidati alla mia vocazione.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: