• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    dicembre: 2016
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 374 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



  • Teads - Top dei blog - Religione e spiritualità

Per la veglia di Natale

veglia-natale-scala-coeli-2

Cari amici lettori di Cartusialover, siamo giunti alla vigilia del Santo Natale, ed in questa occasione nel porgervi i miei più calorosi auguri, che spero possano giungervi come un caloroso abbraccio virtuale, vi offro questo delizioso sermone. Il testo che segue, sebbene concepito da un Priore certosino per la propria comunità, spero possa essere un monito per tutti noi in questa notte magica ed unica, nella quale celebreremo la nascita di Nostro Signore. Non ci resta che leggere e meditare!

bu

“Ogni volta che Dio vuole fare qualcosa di grande, ogni volta che vuole consolidare l’inizio di una nuova vita, Egli prepara un luogo segreto, un rifugio di purezza e di silenzio, dove la sua azione può essere completamente ricevuta senza che nulla la disturbi.

Tutto inizia nel raccoglimento e nel mistero. Lo vediamo a Betlemme. Non è nel tumulto della città o nella pubblica piazza che Gesù nascerà. Se cerchiamo il luogo scelto da Dio, troveremo una stalla, un nascondiglio scavato nella roccia. E al fondo di questo posto c’è una Vergine, la più pura, la più silenziosa, la più discreta delle creature. Il cuore della Vergine, in cui non penetra alcun desiderio mondano, è stato il luogo che Dio ha scelto per incarnarsi.

Allora, ognuno di noi deve svolgere condizioni simili per ricevere la vita della grazia e garantire il suo sviluppo fino a che Cristo viva in noi. La certosa è un rifugio dove il Signore vuole di nuovo incarnarsi. Il monastero certosino è un’immagine della grotta di Betlemme e un’immagine della Vergine. Si tratta di un rifugio di solitudine e di silenzio, dove la nostra anima si riserva completamente a Dio e lo invita a realizzare lì la sua opera più preziosa, che è la comunicazione della sua gioia.

Ma la certosa non sarà questa vergine e questa madre della vita della grazia per ciascuno di noi, se non siamo fedeli al suo spirito. È necessario fare attenzione a preservare la verginità della nostra anima attraverso il raccoglimento e l’abnegazione.

Il primo errore che si può commettere contro la solitudine, è quello di essere troppo attaccato al mondo o alla famiglia. Naturalmente non dobbiamo affatto sminuire il nostro amore per i nostri genitori o i nostri parenti, al contrario, dobbiamo amarli ogni volta con un amore più puro. E se loro sono in difficoltà o bisognosi, è giusto che soffriamo per questo. Ma è necessario saper affidarli a Dio e se soffriamo con quello che è successo, soffriamo con perfetta fiducia e abbandono, in modo che questa sofferenza ci unisca ancora di più a Dio, invece di distrarci e distoglierci dalla nostra vocazione.

Un altro peccato contro lo spirito della solitudine, che ha l’aspetto di una buona intenzione, è occuparci dei fratelli quando non siamo responsabili di esso. Possiamo e dobbiamo aiutare spiritualmente coloro che vivono con noi, ma lo dobbiamo fare rimanendo devoti e diligenti, evitando qualsiasi millanteria o maldicenza e, soprattutto, rimanendo uniti al Signore. Così, la dolce fiamma della carità si diffonderà su coloro che ci circondano, aiuterà a mantenere in certosa quest’atmosfera di pace che ci prepara per il cielo, che ci conforta e ci santifica.

C’è purtroppo anche un eccesso di conversazione interiore che è la radice di un’altra e che ci fa molto male. Piuttosto che pensare alla realtà divina dell’amore, che ci invita a servirlo nel momento presente, pensiamo a cose irreali, in passato, in quello che potremmo fare nel mondo, negli eventi su cui possiamo avere influenza. Oppure permettiamo sviluppare in noi pensieri critici contro i nostri fratelli, contro la vita del monastero, o lamentiamo a noi stessi di ciò che dobbiamo soffrire. So che il silenzio interiore non è facile. È sempre imperfetto. Ma è necessario che ci sforziamo con pazienza. Il nostro cuore è indiscreto ed è lui che ci tradisce. Lo facciamo tacere ed il diavolo non ci troverà più, e le tentazioni non avranno più vittorie su di noi.

Questi sforzi per preservare la solitudine ed il raccoglimento non solo hanno l’obiettivo di assicurarci la calma e l’equilibrio. Si tratta di collaborare nel desiderio supremo che Dio vuole realizzare nella nostra anima: ottenere una nuova vita per il Suo Figlio. Nonostante l’esistenza di un certosino sia umile e nascosta, l’amore che regna nel suo cuore è un bene per l’umanità. Perché essa ha bisogno di carità. Solo la carità dà gioie e, d’altra parte, la grazia è feconda poiché la carità non può bruciare in noi senza illuminare molte altre fonti.

Che la Vergine Maria, nascosta e silenziosa nella grotta di Betlemme, ci aiuti a imitarla nel raccoglimento e nella purezza, nella sua fedeltà come sposa e nella sua generosità di madre delle anime”.

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: