• Translate

  • Memini, volat irreparabile tempus

    dicembre: 2016
    L M M G V S D
    « Nov   Gen »
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    262728293031  
  • Guarda il film online

  • Articoli Recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Segui assieme ad altri 400 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.
  • Live da Lourdes



Un auspicio per il nuovo anno

gianniosvaldino-2

Come ultimo articolo di quest’anno, ho scelto per voi la diffusione di una splendida notizia di qualche mese fa, affinchè possa essere d’auspicio per il nuovo anno per le vocazioni alla vita consacrata.

La storia che sto per narrarvi viene dalla Grande Chartreuse, laddove la scorsa domenica 24 giugno vi è stata una nuova professione solenne svolta da un italiano.

Giovanni Osvaldino, nato nel 1964 a Nichelino in provincia di Torino da ragazzo ha svolta una vita adolescenziale alquanto vivace, come ci descrive un suo insegnante ricordando come, a 14 anni nell’estate del 1977 risultava essere Vivacissmo, sembrava avesse l’argento vivo addosso, mai più avrei immaginato che si sarebbe fatto prete e tanto meno monaco di clausura”. Il ragazzo comincia a frequentare la parrocchia e diventa animatore di gruppi giovanili della chiesa locale. Alcuni anni dopo, decide di entrare in seminario, e nel 1991 viene ordinato sacerdote. Ben presto diviene viceparroco e poi parroco a Rivalta. Tutto sembra compiuto nell’esistenza di questo giovane piemontese, ma don Gianni superati i quaranta anni, sorprendentemente, matura la decisione di diventare certosino recandosi alla Grande Chartreuse. Una scelta di vita radicale, lontana dalla attività pastorale svolta fino a quel momento.

Egli ha percepito che la salvezza dell’umanità sta nella vita interiore, spirituale e nel sacrificio di chi si offre.

Comincia dunque un cammino lungo che condurrà don Gianni a diventare monaco certosino. Un anno di postulato, dopo la conferma della vocazione, dove si veste l’abito certosino, poi si comincia il noviziato di due anni. In seguito i voti temporanei della durata di tre anni, poi rinnovati per altri due. Al termine di questo lungo percorso si giunge alla professione solenne, nella quale il monaco si impegna per sempre davanti a Dio ed alla Chiesa. Ebbene all’età di 52 anni don Gianni Osvaldino, diventato Padre Jean Jude è diventato un nuovo monaco certosino!

Nella foto di questo articolo Dom Jean Jude, alias Gianni Osvaldino, alla Grande Chartreuse con alcuni sacerdoti della Diocesi di Torino, ordinati nel 1991, per il 25° di sacerdozio. Dom Jean è il monaco con la barba accanto a Dom Dysmas De Lassus, priore della Grande Chartreuse e dell’Ordine Certosino.
A lui ed alla comunità della Grande Chartreuse i miei ed i vostri più fervidi auguri.

Annunci

6 Risposte

  1. I would like to recieve all articles in spanish..please thank you!!

  2. Queridos hermanos, podrían tener una pagina en español.

  3. Buongiorno a voi tutti: sono stata alla vostra Grande Certosa nel lugio scorso, insieme a tutta la mia famiglia, per venire a trovare Dom Gabriel, per conoscerlo di persona e portargli una copia del mio ultimo libro. Dom Gabriel è l’unico monaco ancora vivente tra quelli (tanti) che hanno santificato con le loro preghiere la mia Certosa di Calci. Sereno anno a tutti

  4. Une histoire fascinante qui fait réfléchir sur l’attrait divin à la vie silencieuse. Merci encore une fois pour ce beau témoignage.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: