• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    settembre: 2017
    L M M G V S D
     123
    45678910
    11121314151617
    18192021222324
    252627282930  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 618 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


Meditando sulla Natività della Vergine Maria

certosino e Vergine

Oggi, nel giorno della Festa della Natività della Beata Vergine Maria vi propongo una
meditazione concepita da un Priore certosino alla propria comunità. A voi la lettura di questo splendido testo.

Oggi celebriamo la Madonna, Madre di Dio, nel mistero della sua nascita, piena di grazia. Evento destinato ad illuminare, con grande speranza e promessa, tutto il mondo e tutta la sua storia. Quel giorno indica che è vicino il Messia, il Salvatore. Per questo Maria è stata chiamata “Stella del Mattino”. L’aurora che precede e annuncia il sorgere del Sole sul nostro triste orizzonte: l’apparizione della grazia. La Chiesa si rallegra oggi: Maria, la causa della nostra gioia!
È naturale che il giorno della nascita della Madre venga celebrato come lo è in ogni famiglia. Come non dovremmo riempirci di gioia e di ringraziamento a Dio celebrando la nascita della nostra Buona Madre? Inoltre, la nascita di Maria precede e annuncia l’abbagliante e sorprendente venuta del Dio incarnato per noi nel suo seno benedetto, pieno di grazia.
Maria è stata destinata dal disegno amorevole del Padre, a manifestare e dare alla luce Colui che dovrebbe incarnare in un modo unico e irripetibile, l’infinita misericordia della Santissima Trinità.
È motivo di grande gioia la nascita di quella che tutte le generazioni chiameranno benedetta e piena di grazia. Non dobbiamo mai, però, dimenticare il motivo per cui Maria sarà proclamata Beata. È a causa della sua fede, della sua docilità, della sua obbedienza alla Parola; è per la sua umiltà. Questa è la vera grandezza di Maria, piena di grazia, confermata da Cristo stesso, quando una donna l’ha congratulata per aver allattato tale figlio. La donna proclama: “Beato il grembo che ti ha portato e il seno che ti ha allattato!”. E Gesù risponde: “Beati piuttosto coloro che ascoltano la parola di Dio e la osservano!” (Lc 11,27-28). Così, Gesù aiuta quella donna e tutti noi a capire dove si trova la vera grandezza di sua Madre e la vera felicità: nell’ascolto della Parola.
Cosa dobbiamo fare per mettere in pratica ciò che lo Spirito Santo ci ha voluto dire attraverso Maria ed il suo atteggiamento di credente e obbediente alla Parola di Dio?
La risposta più valida non è nella nostra devozione, è nella nostra imitazione. Ma che la nostra legittima devozione ci porti ad un’imitazione filiale! Qualcuno potrebbe dire: Sì! Ma come possiamo fare per imitare Maria a cui l’angelo chiamò “piena di grazia, il Signore è con te”? Innegabilmente Maria è piena di grazia dalla sua nascita. Ricordiamo, tuttavia, che Dio dà la sua grazia secondo la missione, secondo la vocazione. Quando contempliamo la pienezza di grazia, di bellezza spirituale e di unione con Dio, in Maria Santissima, dobbiamo pensare con la fermezza della fede, che Dio nella sua bontà dona a ciascuno di noi le grazie necessarie e sufficienti, senza mancare alcuna, perché portiamo avanti la nostra vocazione personale e specifica che Egli stesso ci ha regalato. La grazia di Maria è proporzionale alla sua missione, ed anche la nostra. La fedeltà di Maria è, dunque, un atto d’amore e di docilità allo Spirito Santo, nonostante sia suscitata da Dio e da Lui sostenuta; ma misteriosa, come è sempre l’incontro tra la grazia e la libertà.
Prima di concludere la nostra riflessione, vorrei dire che l’annuncio della grazia che viene dalla nascita della Beata Vergine e, poi, dalla parola dall’angelo, porta anche un carico di consolazione e coraggio che abbiamo bisogno di accettare e mantenere vivo nei nostri cuori. Maria è invitata dall’angelo a rallegrarsi per la grazia ed a non temere, a causa della stessa grazia. Anche noi siamo invitati a fare lo stesso. A tutte le anime è rivolto l’invito: “Rallegrati, piena di grazia! Non temere, perché hai trovato grazia presso Dio”.

Una Risposta

  1. Oui, réjouissons-nous d’être, nous aussi, objet de la Miséricorde de Dieu!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: