• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    ottobre: 2017
    L M M G V S D
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    3031  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 618 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


La notte rivelatrice

Forza silenzio 6

Ecco per voi un altro estratto dal libro “La forza del silenzio – Contro la dittatura del rumore” del cardinale R. Sarah.

Dal capitolo V, la considerazione di Dom Dysmas de Lassus è sul silenzio durante la notte.

“Voi dite che la notte è purificatrice; io direi che è anche rivelatrice. Di notte siamo pienamente coscienti del rumore che abita dentro di noi, dei pensieri che ci sfuggono e ci trascinano da ogni parte. Durante il giorno succede lo stesso, ma lo vediamo di meno. Guardare il silenzio delle labbra non è difficile, basta volerlo, ma il silenzio dei pensieri è altra cosa.

Ci piace cantare di notte, anche a rischio di commettere errori. Perchè? Non risulta facile spiegarlo. Quando si accendono le luci, i libri, i volti, tutto è presente, vicino, come una realtà afferrabile. Quando le luci si spengono, e resta solo quella (fiaccola) posta sull’altare, è lì che vanno le nostre voci ed a quello che si dirigono, che rimane nascosto. La notte rivela il mistero. La notte ed il mistero sono fratelli di sangue.

Per noi il mistero è una realtà molto positiva. Siamo come i bambini che contemplano il mare per la prima volta. Affascinati per quello che vedono, non smettono di cercare di indovinare quello che c’è oltre e che sfugge ai propri occhi, ed anche alla propria immaginazione. Possono dire che hanno visto il mare, che lo conoscono, ed allo stesso tempo che gli resta molto da scoprire su di esso. Quando si tratta del mare senza frontiere, l’infinito di Dio, il mistero offre una apertura senza fine verso Quello che non finiremo mai di scoprire. Le parole non riescono a rendere idea tanto da poter descrivere una realtà tanto affascinante…”

Una Risposta

  1. Un livre à lire en entier surtout pour nous qui vivons dans le bruit du monde.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: