• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    settembre: 2018
    L M M G V S D
     12
    3456789
    10111213141516
    17181920212223
    24252627282930
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 618 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


“Meditationes”

copertina

206. Se uno lavorasse per Dio tanto quanto si impegna per il mondo, si ricorderebbe il giorno della sua nascita al cielo come quello di un martire.

207. Come dal ghiaccio proviene il freddo, così dall’amore per le cose terrene deriva il vano timore e altre miserie che invadono l’anima. Ora, quale miseria è peggiore il freddo o il vano timore? Non è forse il timore? Allontana, dunque, da te tutto ciò che è causa di timore, come fai nei riguardi del freddo. Allontanalo, dico non da un luogo materiale, ma dal tuo spirito.Infatti, non bisogna temere nulla, se non ciò che si può e si deve evitare. Il peccato.Tutto ciò che conviene sia evitato, cioè l’iniquità, si può evitare con l’aiuto di Dio.

208. Vedi fino a che punto sei in potere degli uomini, tanto da esserne tribolato e sofferente. Tanto per essi è facile criticarti con le parole o con il pensiero, tanto per te è facile soffrirne. Che cosa succederebbe se volessero picchiarti? Dal fatto che dispiaci loro, eccoti nella tribolazione, sei dunque in loro potere. Che uno di essi si comporti con te in un modo o nell’altro, ti trovi esposto secondo la disposizione del tuo spirito. Se riesci sgradito a loro perchè fai il bene, ciò nuoce a loro, non a te. Lavora, dunque, a cambiare i loro cuori, non a ciò che è bene per te. Se tu, invece, non sei gradito a loro per il male che fai, non è la loro riprensione a nuocerti, anzi ti è utile, bensì il tuo male.

209. ” L’amore di Dio è stato effuso nei nostri cuori per mezzo della Spirito santo che ci è stato donato” Rm 5, 5). Ora, tu non ami Dio e il tuo prossimo se non per i benefici terreni che ne ricavi. Questa effusione, dunque, è operata in te dai beni di questo mondo, non per mezzo dello Spirito santo. In questo modo non è l’amore che si è effuso in te, ma la cupidigia.

210. Quando rimproveri qualcuno, non puoi fare per lui cosa più utile. Tuttavia, sarai giudicato come uno che ha agito rettamente, solo se lo hai fatto per il suo bene, cioè per l’amore che hai per lui.

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: