• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    novembre: 2018
    L M M G V S D
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 618 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


“Meditationes”

copertina

246. Temi di fronte agli imperscrutabili giudizi di dio su di te. Quale sia il tuo posto al di sopra degli altri, tu lo ignori, poichè gli altri non sono stati posti al di sopra di te. Devi comportarti verso di loro come ritieni come ritieni che avrebbero dovuto essere nei tuoi confronti se fossero stati superiori.

247. Altro è voler ferire, altro è voler correggere. Quella è crudeltà questo è amore.

248. Và pure in collera con il peccatore, ma solamente se ritieni che ciò sia utile per lui.

249. Qualsiasi forma corporea di cui gioisci è simile a un uomo vigoroso nei confronti della tua anima, poichè avviene che questa cede e soccombe alle forme, e non il contrario. In tal modo tu ti conformi e ti lasci assimilare a loro. Le immagini di queste forme rimangono impresse nel tuo spirito, come la statua di un dio nel suo tempio. Quando gioisci di loro, tu non immoli loro nè un bue nè un capro (Sal 65, 15 ), ma un’anima ragionevole ed un corpo, cioè te stesso tutto intero.

250. Non esiga vendetta colui che deve chiedere perdono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: