• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    Maggio: 2019
    L M M G V S D
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 618 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


La felicità di essere casto I

 

Capitolo 1

Parte prima

Cari amici, cominciamo con la prima parte del primo capitolo del libro “Le bonheur d’etre chaste”, ovvero la felicità di essere casto.

L’amore nell’Antico Testamento

La castità è una qualità dell’amore. Essa concerne l’affettività dell’uomo, la capacità d’amare ciò che è nostro, come esseri incarnati. La castità dunque non può essere ridotta a l’interdizione di quello o quell’altro atto; c’è una realtà eminentemente positiva; l’incandescenza dell’amore. Per cogliere qualcosa, bisogna che consideriamo la sessualità e l’affettività umana nella loro totalità.

Il cuore dell’uomo è fatto per conoscere e amare l’altro e il Tutt’Altro. Ciò che conta nella vita di un uomo è che ami e la ragione per cui ama. La nostra esistenza non è che un lungo apprendimento dell’amore, il Cristo è il maestro della nostra vita. Per il dono del suo Spirito, ristora la nostra umanità nella sua integralità; ci dona la possibilità d’amare come lui ha amato e come ama attualmente. Questo dono corona un processo storico dove nella Bibbia ci rivela lo svolgimento. Mettiamoci alla sua scuola con un’attenzione particolare a quello che ci dice sulla sessualità umana.

La sessualità nella Bibbia

La sessualità è presentata da differenti testi della Bibbia su due aspetti principali: ciò che è fecondo e ciò che è amore.

Fecondità

Dio creò l’uomo a sua immagine;
a immagine di Dio lo creò;
maschio e femmina li creò.

 Dio li benedisse e disse loro:
«Siate fecondi e moltiplicatevi,
riempite la terra;
soggiogatela e dominate
sui pesci del mare
e sugli uccelli del cielo
e su ogni essere vivente,
che striscia sulla terra»”.

(Genesi 1, 27-28)

La narrazione della creazione afferma che l’uomo e la donna, tutti e due, sono fatti a immagine di Dio. Come Dio, “l’uomo” possiede la sovranità sull’universo; come Lui, ha i poteri di donare la vita a degli esseri che sono a sua immagine (ma non per creazione).

La benedizione di Dio e il potere accordato a l’uomo hanno per progetto la fecondità carnale che garantisce l’esistenza del Popolo di Dio e la sua continuità nel tempo. La sessualità è in tal modo presentata come qualcosa di buono e che va di pari passo con la fecondità. Questo è il significato biologico dei sessi, ma questa fecondità è collegata direttamente all’azione di Dio : “Adamo si unì a Eva sua moglie, la quale concepì e partorì Caino e disse: «Ho acquistato un uomo dal Signore»”. (Gn 4,1) Il desiderio indirizzato alla giovane Rebecca testimonia la stessa idea:

«Tu, sorella nostra,
diventa migliaia di miriadi
e la tua stirpe conquisti
la porta dei suoi nemici!».

(Gn 24,60)

La fecondità inaspettata delle donne sterili che hanno messo al mondo dagli eroi della storia della salvezza (Giacobbe, Sansone, Samuele, Giovanni il Battista etc.) ci rivela che tutte le nascite sono nelle mani di Dio e che Lui è la fonte ultima della vita. L’istituzione del levirato e la poligamia sono al servizio dei valori e della fecondità: una famiglia numerosa è la benedizione di Dio.

Tuttavia, la poligamia rappresenta un’alterazione dell’armonia delle origini, tale che la seconda recita della creazione ce lo descrive. Questa recita è infatti, più antica che la prima. È certamente più attenta alla relazione psicologica tra l’uomo e la donna. Il senso del celibato non è ancora scoperto nell’Antico Testamento. Geremia è il solo celibe che noi conosciamo: ma è stato un segno per far capire alla gente il pericolo del suo tempo: se tutto va male non dobbiamo fondare una famiglia. In generale il consiglio è “siate fecondi”, per assicurare la crescita del Popolo di Dio in vista della realizzazione del Suo disegno.

Amore

Nel narrazione Jahvista, vivente e profonda, il Signore piazza l’uomo che ha formato in un giardino dell’Eden al fine di coltivarlo e conservarlo. Il Signore fa germogliare tutti alberi d’aspetto attraente e buono da mangiare. L’uomo ha tutto per la sua vita materiale, e ha un compito da compiere. Ma è solo. E il signore Dio disse: “ non è buono che l’uomo resti solo. Voglio fargli un aiuto che gli si accordi”. Lui, il Signore Dio, ha modellato la bestie del campo e tutti gli uccelli del cielo che ha portato all’uomo per vedere come li ha fatti. Tutto ciò che designa l’uomo ha per nome “essere vivente”. L’uomo assegna un nome a tutti i bovini, tutti gli uccelli e tutte le bestie del campo, ma per lui stesso l’uomo non trova un aiuto che gli si accordi.

La dominazione del mondo animale non gli è sufficiente. Il Signore Dio fa cadere un torpore sull’uomo che si addormenta; prende una sua costola e richiude la carne al suo posto. Il Signore Dio trasforma la costola che aveva preso dall’uomo in una donna che gli porterà. L’uomo gridò: “’Questa, finalmente, è ossa delle mie ossa e carne della mia carne. Ella sarà chiamata donna perché è stata tratta dall’uomo, perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua moglie, e saranno una stessa carne.”

Tra le creature di Dio, solo la donna è l’unica di fronte fisicamente e psicologicamente all’uomo, un essere che per lui un soccorso e una compagnia. È ossa delle sue ossa, carne della sua carne¹, nel senso che c’è tra l’uomo e la donna una parentela suprema, una convivenza perfetta. Ma per che li sia donata questa donna, Adamo deve soccombere in un profondo sonno, una sorta di morte: gli fa rinunciare a lui stesso per ritrovarsi nella donna. Perciò l’uomo lascerà suo padre e sua madre e si unirà alla sua moglie, e saranno una stessa carne, nel senso che saranno un solo essere. L’ideale paradisiaco di una coppia implica l’egualità delle persone nell’unione intima e duratura. Questo ideale sarà invocato e approfondito, attraverso la storia dei Santi, anche se non fanno sempre a rispettare i patti. L’istinto dispotico dell’uomo allo sguardo della donna, la controversia di quel viso a viso dell’uomo, i dolori del parto, tutto questo è frutto della disarmonia e del peccato.

La sessualità è anche presentata come modo fondamentale ed elementare della risposta al bisogno sociale dell’uomo. La dualità sessuale è una funzione dell’adempimento personale e sociale nel dialogo e della comunione. L’attrazione dei sessi è un modo per le persone umane di uscire della solitudine per il dono e l’accoglienza reciproca. L’uomo trova nella donna come una parte allineata di lui stesso,e la donna trova nell’uomo la sua completezza. Sono degli aspetti complementari di un tutto. La loro unione dovrà ricostituire l’unità primitiva dissociata.

In sintesi, la narrazione della Genesi ci mette di fronte le due prospettive fondamentali : quella della fecondità e quella dell’amore, tutte le due espressioni in un ordine voluto da Dio, avendo valore permanente e universale. Il peccato potrà alterare e disturbare questa realtà umana; in se, e resta sempre un dono di Dio, un bene che sarà presupposto all’apertura della Redenzione.

3 Risposte

  1. Aspettiamo con entusiasmo il seguito …

  2. En español tendriaaan???
    Escribo desde Paraguay

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: