• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    settembre: 2019
    L M M G V S D
     1
    2345678
    9101112131415
    16171819202122
    23242526272829
    30  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 616 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


Novena a San Bruno 2019: II° giorno

22019

Novena al Patriarca e Padre San Bruno, fondatore dell’Ordine certosino

Secondo Giorno

Dopo aver fatto il segno della croce si proceda all’Atto di Contrizione, per poi cominciare come segue.

PREGHIERA AL PADRE ETERNO

(Da recitare tutti i nove giorni)

Dio onnipotente ed eterno: davanti all’augusta maestà, dove ti contempliamo seduto in esaltata solitudine, guardiamo una creatura vile, desiderosa di conoscerti e di conoscersi, di riparare subito le sue indegni infedeltà e corrispondere debitamente ai tuoi dolci appelli. Mio Dio: fai riposare la calma nel mio cuore agitato dai venti trovati delle passioni, che tendono a soffocarlo; fai rendere questo mare calmo dove le tempeste sono così frequenti, l’assalto furioso delle sue onde e i suoi pericoli così imminenti; Dagli quella felice pace perché sospira e inciampa in un cuore amorevole che brucia sempre nella fiamma dell’amore più puro. Non per noi Signore, che non lo meritiamo, ma per il sangue di tuo Figlio e per i suoi meriti, per quelli di sua Madre, la Beata Vergine Maria, e per quelli del glorioso patriarca San Bruno. Così sia.

Dalla virtù della Speranza

CONSIDERAZIONE

Così povero e nudo era l’uomo dopo il peccato, che non ha altro da fare che alzare gli occhi a Dio e aspettarsi da Lui rimedio per tutti i suoi mali, che non può essere curato se non da Lui. Da qui la speranza virtù molto necessaria all’uomo. I tentati e gli afflitti aspettano da Dio un rimedio per le sue tentazioni e afflizioni; colui che chiede, si aspetta di essere assistito nella sua richiesta; Il peccatore pentito attende il perdono dei suoi peccati e il giusto il premio della beatitudine eterna. La bella virtù è la virtù della speranza. Il profumo delicato che espira, riempie il vuoto del cuore umano, dà forza e vigore allo spirito debole e rende l’uomo impavido e coraggioso mentre gli dà respiro nella tribolazione; e poiché ha la sua fine in Dio, fa sembrare meschine e violente le consolazioni della terra, disprezzandole, gli onori e le ricchezze del mondo. San Bruno possedeva in gran parte la virtù della speranza. Fissando il suo sguardo sul Cielo, attese in mezzo alle afflizioni con cui fu messo alla prova e in giorni più prosperi rifiutò gli onori e le dignità che gli erano offerti; perché poiché il suo cuore era tutto fissato su Dio, in Lui si aspettava solo: era il suo unico rimedio nelle avversità; Lui, l’unico premio delle sue opere. Essendo un canonico di Reims, arrivò a difesa degli interessi della Chiesa contro gli usurpatori della sua proprietà e dei suoi diritti: Bruno dovette affrontare l’ira dei nemici, subendo persecuzioni, esili e fallimenti nella sua proprietà temporanea. Lungi dall’essere rattristato da queste battute d’arresto, si considerava molto onorato di soffrire per la gloria di Dio e della sua Chiesa; e confidando nel Signore, attese il trionfo della giustizia; e la giustizia trionfò, e con essa trionfò Bruno dei suoi avversari. In onore del loro zelo, volevano che il clero e il popolo di Reims lo portassero alla presidenza dell’arcivescovo; e ritorna qui per riaccendere la speranza del nostro Santo, rifiutando di ammettere una così grande dignità, perché non si aspetta la ricompensa delle sue opere ma nella vita successiva: un fatto che ha ripetuto anni dopo quando ha rinunciato alla mitra dell’arcivescovo di Reggio, che il Papa gli ha offerto. Chi aveva messo il suo cuore in Dio in poco aveva gli onori e le ricompense della terra. E da dove, ma dalla speranza nell’eterna ricompensa che Dio ha promesso a coloro che lasciano tutto per Lui, il santo fondatore della Certosa ha attinto la forza di volontà per intraprendere e seguire quella dura vita di rigorosa penitenza che seguì Nella solitudine del deserto?

AFFETTI E RISOLUZIONI

Esercitiamoci in atti di speranza, come mezzo necessario per realizzare le aspirazioni del cuore. Non diffidiamo mai, in mezzo ai nostri bisogni spirituali o temporali, della misericordia del Signore; e, soprattutto, speriamo nell’eterna beatitudine e sui mezzi per raggiungerla, cioè la grazia di vivere e morire santi, di vincere le tentazioni e ottenere il perdono dei nostri peccati. Possa Dio ora e sempre essere la fine della nostra speranza, imitando San Bruno, che con i suoi esempi ci incoraggia. Mio Gesù: solo tu puoi riempire le aspirazioni del nostro povero cuore. Nell’angoscia e nelle tribolazioni a te, Signore, volgerò gli occhi, perché tu sei la mia speranza: echi l’eco di quelle parole confortanti che germogliarono dalle tue labbra divine nel sermone sulla montagna: «Beati coloro che piangono perché saranno consolati … Beati coloro che subiscono la persecuzione per la giustizia e i poveri di spirito, poiché sarà loro il regno dei cieli. Oh, quanto sono dolci queste parole! Per me sono più dolci del miele e dei favi. Se le tentazioni o la desolazione affliggono la mia anima, non fallirò, perché tu, oh mio Dio, mi mostri la croce come mia unica speranza. Non permettere, mio Gesù, che una volta non mi fidi, né ti abbia cercato il rimedio dei miei mali. Incoraggiato dalla speranza, intraprenderò il cammino della virtù, per quanto duro possa apparire ai miei occhi; Sii la mia guida nel prospero e nell’avversario, così che al termine del mio pellegrinaggio vedrò le mie speranze soddisfatte unendoti a Te nella gloria che hai promesso a coloro che ti seguono. Amen.
Ora si potrà chiedere la grazia speciale che si desidera ottenere per questa Novena. Padre Nostro, Ave Maria e Gloria Patri, sarà pregato tre volte; e finito, si continuerà con quanto segue:

PREGHIERA A SAN BRUNO

(per tutti i giorni)

Glorioso Padre San Bruno, luminare della Chiesa per la tua dottrina e modello del solitario per la tua dimora: dal Cielo dove muori, guardami come uno dei tuoi devoti più entusiasti. Nella continua meditazione delle virtù eroiche che ti esaltano così tanto, imparerò il percorso che dovrebbe condurmi alla felice eternità. Illuminami, muovi il mio cuore, guidami e fai che, senza deviare un passo dalla retta via che tu con i tuoi esempi mi traccia, raggiungi la fine benedetta in modo che Dio mi abbia sollevato. O glorioso santo: prega per me affinché imitandoti e seguendo i tuoi passi lungo lo stretto sentiero io possa prendere parte alla ricompensa con cui Dio ha incoronato le tue opere. Così sia.
Prega per noi, beatíssimo Bruno.
Che possiamo essere degni di raggiungere le promesse di nostro Signore Gesù Cristo.

ANTIFONA

Ecco un grande confessore. Come la stella del mattino nell’oscurità, mentre la luna piena appare nella sua pienezza e come un sole splendente, così benedetto Bruno brilla nel Tempio di Dio.

PREGHIERA

Ti chiediamo, Signore, che, per intercessione del tuo Confessore San Bruno, venga in nostro aiuto; e poiché con i nostri gravi peccati abbiamo offeso tua Maestà, dicci perdonaci per i tuoi meriti e preghiere. Attraverso Cristo nostro Signore, che vive con te e regna in unione con lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.