• Translate

  • I Fratelli Certosini

  • Memini, volat irreparabile tempus

    gennaio: 2020
    L M M G V S D
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 557 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


Fratello Judoque de Migrode

converso disegno

Fratello Judoque de Migrode

Professo della certosa di Bruxelles

Questo buon fratello non era un letterato nel vero senso della parola. Per cos’altro gli sarebbe servito possedere una vasta conoscenza? Il converso, applica parte della sua giornata al lavoro materiale, sarebbe imbarazzato nei suoi movimenti da un corpo di conoscenza puramente scientifico. Ciò non significa che una modesta quantità di conoscenza sia inutile. Ogni giorno alcuni dei nostri fratelli sfruttano al massimo la cultura intellettuale che hanno portato al chiostro. Questi, tuttavia, faranno bene a non tentare affatto di sfruttarlo, perché sarebbero esposti ad andare nella direzione sbagliata.

Ma c’è una scienza che non è vietata a nessuno, è la scienza dei santi. Il più ignorante degli uomini può rivendicarla tanto quanto un maestro di teologia. Solo che questo è sotto il controllo di una direzione saggia, perché anche qui è facile smarrirsi. Da questo punto di vista, Judoque de Migrode ha sottolineato l’ordinario. Lo Spirito Santo gli aveva insegnato meno a penetrare i segreti dell’alta spiritualità che a umiliarsi in ogni momento. Da quando è entrato nella certosa di Scheut, è stato irreprensibile, semplice e docile come un bambino appena nato. Pieno di zelo per i suoi progressi, aspirava alle grazie più eccellenti e fece rapidi progressi nei percorsi spirituali. Era così povero, a causa di questa povertà canonizzata nel Vangelo, che non solo non aveva mai il minimo attaccamento alle cose superflue, ma era felice di perdere ciò che era necessario. Ha approfittato di tutto, stracci e tessuti, con un’abilità che non farebbe male a un sarto di professione. Dopo di ciò, è necessario parlare delle capacità che il caro fratello ha impiegato nelle diverse obbedienze che ha passato successivamente? Inteso nel lavoro, adatto a tutti i mestieri, aveva il dono della prodigalizzazione, di essere per così dire dappertutto contemporaneamente, senza mai correre. Chiunque avesse bisogno di consigli, di aiuto per le mani, lo trovò sollecito, sempre sorridente, felice di dare piacere, custodendo invariabilmente in mezzo a questa continua andirivieni il ricordo della presenza di Dio. Mentre le sue braccia lavoravano, il suo spirito si occupava dello studio della perfezione. Sarebbe andato molto lontano su questa strada se avesse avuto una lunga carriera. Ma sfinito prima del tempo dalla stanchezza e ancor più dal fuoco dell’amore divino, è sceso insensibilmente senza staccarsi dal suo Tutto. “Ah! disse, avrei voluto dare a Dio la mia vita a poco a poco, in dettaglio; Non mi ha dato il tempo. Possa il suo santo nome essere benedetto! ”Queste pia disposizioni sono state cancellate il ventiquattresimo giorno del febbraio 1612. La comunità ha a lungo conservato il ricordo di questo semplice e laborioso fratello, così risoluto e così sicuro di sé.