• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    aprile: 2021
    L M M G V S D
     1234
    567891011
    12131415161718
    19202122232425
    2627282930  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 598 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


Dal libro di Dom Dysmas de Lassus 4

Ecco per voi il quarto paragrafo del capitolo “Piccola radiografia della bugia” sulla menzogna, e tratto dal libro “Risques et dérives de la vie religieuse”, di Dom Dysmas de Lassus.

Niente può giustificare la menzogna

L’affermazione sembrerà eccessiva ad alcuni, eppure lo è merita di essere difesa: nella vita ordinaria, nulla può giustificare la menzogna. L’obiezione che verrà subito in mente a molti lettori è classica: se i nazisti vengono a chiedere a qualcuno se sta nascondendo ebrei in casa sua, ed è vero, ha il diritto di dire loro di no. Giusto. Questo è un diritto di autodifesa che può consentire alle persone di uccidere se attaccate e di mentire di fronte a una seria minaccia. Se un terrorista viene a dare fuoco a una chiesa e chiede al parroco se sa dove sono i fiammiferi perché ha dimenticato l’accendino, il parroco non deve dirgli la verità. Ma non possiamo trasporre nella vita ordinaria ciò che si applica a situazioni eccezionali. Quindi potremmo chiarire un po ‘l’affermazione dicendo: a parte il caso dell’autodifesa, nulla può giustificare la menzogna. Perché ? Una rapida indagine mostra che poche persone hanno pensato a questa domanda: perché è sbagliato mentire? La risposta sta in due assi principali:

  • Mentire distrugge la relazione perché distrugge la fiducia..
  • Mentire non rispetta la persona con cui stai parlando.

Come si può vedere, questa risposta è a livello puramente umano e naturale e può essere compresa da chiunque.

A livello soprannaturale, dovremmo aggiungere che Dio è Verità, che ogni parola che ci dice è vera, e che Gesù è venuto e morto per testimoniare la verità. Una semplice domanda: supponiamo di sapere che in Rivelazione ci sono delle bugie (anche per salvare il dolore), quale sarebbe la conseguenza? Il crollo totale della nostra fede, perché non avremmo più modo di sapere cosa è vero e cosa è falso, e se le promesse di Dio non sono un’illusione. Dobbiamo menzionare qui una dolorosa realtà. Le persone che hanno vissuto in comunità dove si praticava la cultura della menzogna e che ne sono uscite, spesso hanno anche perso la fiducia in Dio: Io non posso più pregare. Non so più se credo in Dio. Queste parole l’autore di questa riga ha sentito e sono così tristi. Uomini, donne che hanno voluto dare la vita a Dio con tutto lo sfogo d’amore di una vocazione, e quell’effusione d’amore si spezza a causa della contro-testimonianza in cui spesso le bugie sono la chiave di volta. Se queste persone che affermano di essere rappresentanti di Dio mentono così, che merito dovremmo dare all’Iddio che servono? La domanda è giusta e la risposta è terribile. Si trova in San Giovanni: Gesù parla del diavolo e dice: Quando dice una menzogna, la tira fuori da sé, perché è bugiardo e padre di menzogne. Se vogliamo prendere sul serio questo testo, la menzogna, quando è diventata una cultura, ci rende figli del diavolo. Ciò che Cristo ci chiede e ci mostra è chiaro: la tua parola sia “sì”, se è “sì”, “no”, se è“ no”. Per di più viene dal Male. A maggior ragione, se la nostra parola è “sì” quando è “no”, viene dal Maligno.