• Translate

  • Follow us

  • Memini, volat irreparabile tempus

    dicembre: 2021
    L M M G V S D
     12345
    6789101112
    13141516171819
    20212223242526
    2728293031  
  • Guarda il film online

  • Articoli recenti

  • Pagine

  • Archivi

  • Visita di Benedetto XVI 9 /10 /2011

  • “I solitari di Dio” di Enzo Romeo

  • “Oltre il muro del silenzio”

  • “Mille anni di silenzio”

  • “La casa alla fine del mondo”

  • Live from Grande Chartreuse

  • Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi e-mail.

    Unisciti ad altri 619 follower

  • Disclaimer

    Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge N°62 del 07/03/2001. Rare immagini sono tratte da internet, ma se il loro uso violasse diritti d'autore, lo si comunichi all'autore del blog che provvederà alla loro pronta rimozione. L'autore dichiara di non essere responsabile dei commenti lasciati nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze, il cui contenuto fosse ritenuto non idoneo alla pubblicazione verranno insindacabilmente rimossi.


Novena a San Bruno 2021: III°giorno

neonovena

Terzo giorno

Introduzione

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

LETTURE TERZO GIORNO

Ideale contemplativo.

La vita contemplativa, aspirazione e fine di ogni persona solitaria, si esercita anzitutto mediante la contemplazione della verità divina, fine ultimo della nostra vita razionale, e secondariamente, e come disposizione per essa, dalla considerazione delle opere divine e atti di Dio. le virtù morali (cfr S. Tommaso, 2-2, q.180 a.4). San Bruno ha realizzato pienamente questa “verginità spirituale” e purezza integrale dell’anima e del cuore concentrato solo su Dio. “Ha fissato la sua parte sul necessario” (Titolo funebre 17). “Luce ed esempio di un cammino che conduce alle vette della saggezza, non seguendo più nulla che cambia, fondato su Colui che è Uno, catturato o preso l’Unico necessario, a sua volta imprigionato da Lui” (Tit. 126 ). Questa unione con Dio fondeva l’energia e la forza del suo carattere con la bontà e la discrezione delle sue virtù. Unità che ha lasciato in eredità ai suoi figli con il tipo di vita forte, equilibrato e duraturo quell’anima saggia e profonda, sempre calma sotto lo sguardo di Dio.

Parole del Santo.

Coloro che, lasciandosi alle spalle tutta la cura dei beni di questo mondo, aspirano a Dio solo mediante la contemplazione, cercano Dio, abbandonandosi alla contemplazione, e ciò con tutto il cuore. Lo cercano e solo lo desiderano con tutto il cuore, e indagano con tutto l’amore i segreti più intimi della sua Divinità” (Commento al Salmo 118, attribuito a S. Bruno). “Ti loderò contemplando il tuo Nome, che è Signore. Vi benedirò con una benedizione che durerà nei secoli dei secoli, cioè vi loderò con la lode della vita contemplativa, che dura in questo secolo e nel prossimo, secondo la parola del Vangelo: Maria ha scelto la parte migliore che non gli sarà tolta” (Commento al Salmo 144).

Preghiera silenziosa

SÚPPLICHE:

San Bruno, figlio fedele della Chiesa, prega per la Chiesa attuale, i suoi vescovi, sacerdoti e fedeli.
R. Ti preghiamo, ascoltaci.
San Bruno, così sottomesso al Vicario di Cristo e al Magistero ecclesiastico, donaci una fede illuminata e un’obbedienza integrale al Papa e alla Gerarchia.
R. Ti preghiamo, ascoltaci.
San Bruno, la cui generosa dedizione alla chiamata monastica fa parte del nostro carisma vocazionale, prega per i monaci e per la loro fedeltà alla vocazione.
R. Ti preghiamo, ascoltaci.
San Bruno, iniziatore e ammirabile padre delle prime comunità certosine, intercede per il nostro Ordine, il suo spirito ei suoi figli.
R. Ti preghiamo, ascoltaci.
San Bruno, di tanta bontà ed evangelica bontà, ottieni ai tuoi figli l’unione nella vera carità.
R. Ti preghiamo, ascoltaci.
San Bruno, di così profonda saggezza, concedici il dono della contemplazione divina.
R. Ti preghiamo, ascoltaci.
San Bruno, con un cuore così semplice, concentrato solo su Dio, portaci la purezza del cuore e la nostra trasformazione in Cristo.
R. Ti preghiamo, ascoltaci.
San Bruno, facci vivere i nostri Statuti in modo tale che un vero spirito certosino si rinnovi nell’Ordine e in ciascuno.

R. Ti preghiamo, ascoltaci.

CONCLUSIONE

Il Signore guidava i giusti per vie rette.

E gli mostrò il regno di Dio.

PREGHIERA FINALE

TERZO GIORNO

PREGHIAMO

Oh Dio, da chi deviare è morire e con chi camminare è vivere. Tu che sublimasti NPS Bruno, separato dal trattamento degli uomini, con il dono dell’alta contemplazione, donaci lo spirito della tua grazia salvifica con la quale, modellata sul suo esempio, protetta dai suoi meriti e aiutata dalla sua intercessione, così come la tua vocazione lo ha portato al premio, perché noi, attraverso la sua devozione, possiamo essere portati a perdonare le nostre colpe. Per Gesù Cristo nostro Signore. R. Amen.

Novena a San Bruno 2020: III°giorno

San-Bruno novena logo

III° giorno

O BONITAS

Introduzione

Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo. Amen.

Inno

Gesù, premio e corona dei tuoi servi fedeli, glorifica il tuo nome. Concedi ai tuoi fedeli, che venerano san Bruno, la vittoria sul male. Seguendo le tue orme sulla via della croce, egli piacque a Dio Padre. Sapiente e vigilante, testimoniò il Vangelo in parole e in opere. Dalla città dei santi, dove regna glorioso, ci guidi e ci protegga. A te, Cristo, sia lode, al Padre e allo Spirito nei secoli dei secoli. Amen.

Dialogo d’inizio

Tutto il giorno speriamo in te, Signore, per la tua bontà.

Ricorda il tuo affetto, il tuo amore che è da sempre.

In te si rallegra il nostro cuore.

Confidiamo nel tuo Nome di santità.

In te troviamo la nostra gioia.

Confidiamo in te e tu farai uscire la tua giustizia come luce.

Prima lettura

Dalla prima lettera di san Giovanni apostolo (4,7-8.10) Amiamoci gli uni gli altri, perché l’amore è da Dio: chiunque ama è stato generato da Dio e conosce Dio. Chi non ama non ha conosciuto Dio, perché Dio è amore. In questo sta l’amore: non siamo stati noi ad amare Dio, ma è lui che ha amato noi e ha mandato il suo Figlio come vittima di espiazione per i nostri peccati.

Salmo (16,5.8-11)

Il Signore è mia parte di eredità e mio calice: nelle tue mani è la mia vita. Io pongo sempre davanti a me il Signore, sta alla mia destra, non potrò vacillare. Per questo gioisce il mio cuore ed esulta la mia anima; anche il mio corpo riposa al sicuro, perché non abbandonerai la mia vita negli inferi, né lascerai che il tuo fedele veda la fossa. Mi indicherai il sentiero della vita, gioia piena alla tua presenza, dolcezza senza fine alla tua destra. 9

Seconda lettura

Dall’Esortazione pastorale: “Gioite, dunque, fratelli carissimi” Ma, se è vero che San Bruno ci rivela con la sua esperienza la realtà di Dio, è giusto che ci domandiamo subito qual è il volto del Dio di san Bruno. «Che cosa altro è tanto bene quanto Dio?» scriveva san Bruno a Rodolfo. E aggiungeva: «Anzi, che cosa altro è bene se non solo Dio?». Ecco il Dio che ci rivela il Santo della Certosa: il Dio della bontà! Si deve essere ancora più precisi: per San Bruno Dio è la Bontà. Secondo un’antica tradizione certosina era abituale sulla bocca di san Bruno l’esclamazione: O Bonitas. Il Santo della Certosa ripete come un ritornello che Dio vince con la sua bontà: «Tu vinci tutti in bontà», «tu vinci me e tutti con la bontà». Così, con un tocco di originalità, san Bruno ci fa entrare in quello che è il nucleo essenziale di tutta la rivelazione: «Dio è amore. Egli ci ha amati per primo». E ci ha amati fino al punto da chiamarci a vivere la sua stessa vita: la vita trinitaria. Dio è comunione di persone. Siamo cristiani nella misura in cui viviamo nell’assoluta e costante certezza che nonostante tutto Dio ci vuol bene, ci vuole salvi, ci vuole felici. Il male non può avere futuro. Per quelli che amano, tutto coopera al bene.

Responsorio

O Dio, il tuo amore mi è venuto incontro sin dall’infanzia ed è cresciuto con me.

Ora non so misurarne la profondità e l’ampiezza.

Quanto è grande la tua bontà, Signore, che hai riservato per coloro che ti temono.

Ora non so misurarne la profondità e l’ampiezza.

Padre nostro

Preghiera La tua bontà, Signore, ci rincuora in ogni momento. Tu non vuoi la morte del peccatore, ma che si converta e viva. Se cadiamo, sei pronto a tenderci la mano per rialzarci. O Padre, come hai operato in san Bruno, così fa’ che i nostri volti rispecchino sempre la bontà disarmante del tuo Figlio Gesù, perché il tuo Spirito, irradiando nei nostri cuori, induca al bene i fratelli che incontriamo sul nostro cammino. Te lo chiediamo per Gesù Cristo, tuo Figlio, e per l’intercessione di san Bruno, nostro Protettore. Amen.

Benedizione

L’intercessione di san Bruno ci liberi dai mali presenti, e il suo esempio ci sproni a una vita santa, nel servizio di Dio e dei fratelli. Amen.

Novena a San Bruno 2019: III° giorno

32019

Novena al Patriarca e Padre San Bruno, fondatore dell’Ordine certosino

Terzo Giorno

Dopo aver fatto il segno della croce si proceda all’Atto di Contrizione, per poi cominciare come segue.

PREGHIERA AL PADRE ETERNO

(Da recitare tutti i nove giorni)

Dio onnipotente ed eterno: davanti all’augusta maestà, dove ti contempliamo seduto in esaltata solitudine, guardiamo una creatura vile, desiderosa di conoscerti e di conoscersi, di riparare subito le sue indegni infedeltà e corrispondere debitamente ai tuoi dolci appelli. Mio Dio: fai riposare la calma nel mio cuore agitato dai venti trovati delle passioni, che tendono a soffocarlo; fai rendere questo mare calmo dove le tempeste sono così frequenti, l’assalto furioso delle sue onde e i suoi pericoli così imminenti; Dagli quella felice pace perché sospira e inciampa in un cuore amorevole che brucia sempre nella fiamma dell’amore più puro. Non per noi Signore, che non lo meritiamo, ma per il sangue di tuo Figlio e per i suoi meriti, per quelli di sua Madre, la Beata Vergine Maria, e per quelli del glorioso patriarca San Bruno. Così sia.

Del Santo amore di Dio

CONSIDERAZIONE

Chiedendo a nostro Signore Gesù Cristo che era il più grande dei comandamenti, ha risposto “Ama il Signore tuo Dio, con tutto il tuo cuore, con tutta la tua anima, con tutti i tuoi poteri: questo è il più grande e il primo dei comandamenti”. Ecco il valore inestimabile che la carità ha per il cristiano; che non è solo una virtù, ma anche un precetto, il principale tra i precetti, e si può ancora dire che è l’unico precetto. Perché, secondo la frase di Gesù Cristo stesso, nell’amore di Dio e nell’amore del prossimo, la Legge e i Profeti sono obbligati. La legge di Cristo è la legge dell’amore: ecco perché il suo giogo è morbido e il suo carico leggero. Se non ho carità, dice l’apostolo San Paolo, non sono niente. Né la fede, né la speranza, né il dono della profezia, né il martirio, né il parlare le lingue degli uomini e degli angeli, né qualsiasi altra virtù ha un prezzo o un merito davanti a Dio se non è accompagnato dalla carità, che È regina tra tutte le virtù. L’essenza della santità è l’amore di Dio: la santità non è altro che la perfezione cristiana e la perfezione cristiana consiste nell’amare Dio. Più amore ha Dio, maggiore è la perfezione e maggiore è la santità. Era Bruno in questo santo amore, acceso Serafino. Oh, e mentre la fiamma dell’amore divino bruciava nel suo cuore! E poiché questo amore per il Creatore rende tutto l’amore per la creatura incompatibile fintanto che non è ordinato all’ultimo amore, che è l’amore di Dio, quindi lo sgomento che Bruno ha mostrato a tutto ciò che non gli è servito per amare Dio. Ecco perché si vede abbandonare la sua ricchezza, le cattedre, gli onori, le amicizie, i suoi affetti più costosi, per donarsi a Dio. Accese a San Bruno il fuoco dell’amore divino, ed era così libero dall’amore umano, e così puro e pulito il suo cuore da ogni affetto terreno, che la sua purezza e semplicità di cuore è la nota molto speciale che caratterizza il nostro santo protettore; semplicità e purezza in così alto grado possedute, che non muoiono con lui, ma che le comunica anche dopo i suoi giorni ai giovani certosini, e sono ancora, dopo otto secoli, come il sigillo particolare dello spirito interiore dell’ Ordine Certosino. Ciò è confermato dalle vite di molti dei loro monaci. La vita di Bruno è più angelica che umana: vive in questo mondo come se non ci vivesse, perché la sua unione con Dio per l’amore è continua; e traboccando di cuore quella santa gioia di spirito che Dio gli comunica, spesso si sentiva ripetere quella dolcezza così dolce e per lui così familiare: Oh Bonitas! Oh bontà di Dio!

AFFETTI E RISOLUZIONI

Se confrontiamo il nostro amore con l’amore che ha infiammato Bruno, quanto siamo tiepidi e pigri! Perché, da questo momento, animato dall’esempio di questo grande santo, non togliermi tutto l’affetto che non va a Dio? E non voglio, Signore, nutrire più amore nella mia anima, ma il tuo amore; Ecco perché voglio strapparmi tutto ciò che è un ostacolo per raggiungerti. Lavorerò, Signore, con il tuo aiuto per superare il mio auto-amore, così contrario al tuo amore; e persuaso come sono che colui che ama, se è un vero amante, non ha o vuole avere più volontà di quella della sua amata, e questo è il segno del vero amore, cercherò sempre più di conformare la mia volontà alla tua e nell’adempiere, mio Dio, è la tua santa volontà che è nel rispettare i tuoi comandamenti e con essi gli obblighi e i doveri del mio stato. Carissimo Gesù: dammi una scintilla d’amore in cui brucia il tuo Sacro Cuore e non avrò bisogno di nient’altro; Perché chi ha il tuo amore ha tutto; perché solo tu, mio Signore, puoi soddisfare il vuoto del mio cuore. Se mi occupo delle creature, tutto. Signore, mi dicono di amarti; perché non loro, ma tu, sei la fine, così che mi hai sollevato. Tu stesso Mio Dio, mi hai imposto come precetto la tua legge d’amore. Oh e quanto è dolce il tuo giogo e quanto è leggero il tuo peso per chi ti ama con tutto il tuo cuore! Sì, mio Gesù, vieni al mio amore, e io sarò pieno di lui, esclamerò con l’Apostolo: non vivo più, ma è Cristo che vive in me. Amen.
Ora si potrà chiedere la grazia speciale che si desidera ottenere per questa Novena. Padre Nostro, Ave Maria e Gloria Patri, sarà pregato tre volte; e finito, si continuerà con quanto segue:

PREGHIERA A SAN BRUNO

(per tutti i giorni)

Glorioso Padre San Bruno, luminare della Chiesa per la tua dottrina e modello del solitario per la tua dimora: dal Cielo dove muori, guardami come uno dei tuoi devoti più entusiasti. Nella continua meditazione delle virtù eroiche che ti esaltano così tanto, imparerò il percorso che dovrebbe condurmi alla felice eternità. Illuminami, muovi il mio cuore, guidami e fai che, senza deviare un passo dalla retta via che tu con i tuoi esempi mi traccia, raggiungi la fine benedetta in modo che Dio mi abbia sollevato. O glorioso santo: prega per me affinché imitandoti e seguendo i tuoi passi lungo lo stretto sentiero io possa prendere parte alla ricompensa con cui Dio ha incoronato le tue opere. Così sia.
Prega per noi, beatíssimo Bruno.
Che possiamo essere degni di raggiungere le promesse di nostro Signore Gesù Cristo.

ANTIFONA

Ecco un grande confessore. Come la stella del mattino nell’oscurità, mentre la luna piena appare nella sua pienezza e come un sole splendente, così benedetto Bruno brilla nel Tempio di Dio.

PREGHIERA

Ti chiediamo, Signore, che, per intercessione del tuo Confessore San Bruno, venga in nostro aiuto; e poiché con i nostri gravi peccati abbiamo offeso tua Maestà, dicci perdonaci per i tuoi meriti e preghiere. Attraverso Cristo nostro Signore, che vive con te e regna in unione con lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.